1

Falanghina e Ortice conquistano Merano, oggi apre Casa Sannio

Unanime ed entusiasta apprezzamento per Falanghina del Sannio e olio Cuore di Ortice dell’azienda agricola Torre a Oriente sulla tavola di Rehinhold Messner e degli altri autorevoli operatori invitati alla cena spettacolo pre opening del 28^ Merano Wine Festival.
L’azione di marketing, attivata da Valisannio e Consorzio Sannio Tutela Vini, fa da apripista all’apertura dello spazio Casa Sannio, vetrina dei vini sanniti nel cuore pulsante di Merano, da sabato a martedì prossimo.

Grasso, vicepresidente della Camera di Commercio, intervenuto all’inaugurazione dello spazio: “È essenziale consolidare l’immagine già affermata e continuare a investire per far crescere il Sannio in termini di notorietà e penetrazione dei mercati”

Espressioni di stupita ammirazione, calici e vuoti e tracce d’olio sulle tavole ben disposte tra gli stucchi e sotto le volte affrescate della sala grande del Kurhaus di Merano, danno il segno del successo che l’esclusiva platea ha tributato a due delle eccellenze produttive dell’agroalimentare sannita. Lo chef Gianluca Gorini ha proposto per la Falanghina un sofisticato abbinamento: blinis con caviale, gusci di lumache con polpa e perlage di chiocciola. 
Dal palco il Wine Hunter Helmut  Kocher, ideatore della kermesse, non ha mancato di celebrare Sannio Falanghina Città Europea del Vino, illustrando anche l’immagine creata dall’artista sannita di fama mondiale, Mimmo Paladino.
Una serata da star, insomma, per la Falanghina e il Sannio, frutto della partnership tra Valisannio, Camera di Commercio di Benevento, Consorzio Sannio DOP e gli organizzatori del festival.
“Il Sannio, la Falanghina e in generale tutte le nostre migliori produzioni agroalimentari, grazie all’impegno delle aziende e al supporto istituzionale anche del nostro ente – ha dichiarato Aurelio Grasso, vicepresidente della Camera di Commercio di Benevento – hanno intrapreso da tempo politiche strategiche per accrescere la presenza e la notorietà nei mercati nazionali e internazionali. Molto resta ancora da fare e le azioni ben mirate all’interno di una rassegna prestigiosa come quella di Merano sono essenziali per consolidare i risultati già raggiunti e aprire ulteriori prospettive di crescita del sistema produttivo Sannio”.
Oggi, intanto, verrà aperta Casa Sannio lungo in corso principale della cittadina altoatesina e proprio  innanzi all’ingresso principale della manifestazione. 
Uno spazio ampio dedicato alle degustazioni curate e guidate dai sommelier della delegazione AIS di Benevento, capitanata da Mariagrazia De Luca. Non mancheranno show cooking.

In scena il cuoco Daniele Luongo, della Locanda della Luna di San Giorgio del Sannio, che proporrà carrati (pasta di casa) di Pietraroia con ragù di ciavarra (agnello) e la classica padellaccia beneventana (spezzatino di maiale con peperoni sott’aceto fritti.

Comunicato Stampa




A Merano WineFestival il “fuori salone” è affidato a The Circle dove sarà protagonista anche la pizza Napoletana

A Merano WineFestival il “fuori salone” è affidato a The Circle – People, Lands, Experiences. Uno spazio dove condividere e approfondire le storie dei territori e dei prodotti, tra gusto e pause relax. 

È una delle novità della 27^ edizione di Merano WineFestival. Dal 9 al 12 novembre Piazza della Rena ospita The Circle, lo spazio dedicato agli eventi “fuori salone” del festival meranese. Palcoscenico per wine&food tasting, ma anche area di intrattenimento e relax per chi decide di concedersi una pausa a due passi dal Kurhaus. Special guest Joe Bastianich e Luca Gardini.

Merano, 6 Novembre 2018 – Nasce da un’idea di Manuela Popolizio, Federica Capobianco e Francesco Bruno Fadda e si sviluppa in stretta collaborazione con l’organizzazione di Merano WineFestival la nuova proposta di approfondimento e intrattenimento per i visitatori della kermesse meranese,The Circle – People, Lands, Experiences.

Uno spazio di 450 mq in Piazza della Rena, che per tutto il giorno (9.00 – 24.00) diventa palcoscenico di degustazioniincontri con piccoli produttori ditipicità, vignaioli e chef, con lo scopo di esplorare i territori da cui provengono e conoscere le storie di uomini e delle loro esperienze nel campo food&wine. Un palcoscenico dove incontrarsi e confrontarsi, dando spazio a case history di eccellenza ed esperienze di successo tutte italiane. E la sera, dopo la chiusura del Kurhaus e della Gourmet Arena, The Circle si trasforma in uno spazio Lounge, dove ascoltare musica live o concedersi un sigaro nell’area fumoir, rilassandosi dopo un’intensa giornata alla manifestazione. La giornata di The Circle si apre ogni mattina nel Bistro dove, dalle 9.00 alle 10.00, è allestita l’area breakfast, per iniziare al meglio la propria giornata. Il 9 novembre, giornata inaugurale di Merano WineFestival, The Circle ospita Wild Cooking (10.00 – 17.00), momento dedicato al tema dei cibi fermentati e naturali durante il quale si svolgono tastingapprofondimenti, lapresentazione di un libro e una tavola rotonda sul tema de “Il Vino che verrà” alla presenza del patron Helmuth Köcher e di esperti del settore. La sera, il Bistro ospita il tasting dinner (18.30) e, a seguire (21.00), sul palco diThe Stage si esibisce The Circle Jazz Orchestra. Sabato 10 novembre per I Tasting di The Circle, il più celebre sommelier d’Italia, Luca Gardini, parla di “Vini di mare, Vini di montagna” con una verticale sul Vermentino di Gallura Crizia e una sul Sauvignon Sanct Valentin (10.00). Si brinda poi con i vincitori del contest Emergente Sala (11.30). Altri protagonisti della giornata sono ilterritorio della Puglia, la Barbera d’Asti, il Parmigiano Reggiano e l’ Acqua. La sera (22.00) si esibisce Joe Bastianich, celebre imprenditore e uomo di spettacolo che per l’occasione porta sul palco lo spettacolo “Vino Veritas” da lui ideato coniugando musica e racconti di vita vissuta, il tutto in compagnia di un calice di vino. E per finire la serata “Aglio e Olio sbagliata di Mezzanotte”. Domenica 11 novembre Spirito Di Vino, uno dei wine magazine più autorevoli d’Italia svela la sua nuova veste grafica in compagnia del direttore Franz Botrè (11.30). Tra i prodotti protagonisti degli approfondimenti e dei tasting della giornata il Vermouth, i Vini friulani, l’ Aceto, il Prosecco, laBarbera. Serata di musica live con The Circle Jazz Orchestra e chiusura col“Risotto di Mezzanotte”. Infine lunedì 12 novembre Grande Pizza, napoletana ma non solo, attraverso il racconto di  Franco Pepe, primo pizzaiolo nella classifica mondiale di 50 Top pizza; e ancora, la capace manualità di  Salvatore Salvo e la giovane attenzione di  Valentino Tafuri, in collaborazione con Izzo Forni, Scugnizzo Napoletano. Protagonisti del giorno sono il territorio della Campania, il Caffè, il Durello in abbinamento alleOstriche, la Giardiniera e i Salumi, la Pizza in abbinamento alle Bollicine, laVernaccia. La sera, gran finale con il “sommelier informatico” Andrea Gori e il suo Dj set.
Per tutta la durata di The Circle è attiva l’Area Fumoir esterna (18.30 – 21.30), dove rilassarsi godendo in compagnia di un buon sigaro o di un toscano.

Programma completo di The Circle a questo linkhttps://drive.google.com/file/d/1XHyNlNYaiVUGLijujgd8V9igptfYgHh8/view?usp=sharing



The Circle, Spirits Experience, le novità della 27^ edizione del Merano WineFestival dal 9 al 13 Novembre

The Circle, Spirits Experience, una tavola rotonda dedicata al “Futuro del vino” e una giornata dedicata alla degustazione delle vecchie annate: ecco le novità della 27^ edizione di Merano WineFestival. 

Un’edizione che vuole farsi ricordare quella del 2018 di Merano WineFestival (9-13 novembre). Grandi le novità introdotte a corollario di una manifestazione che, senza mai perdere di vista la qualità e l’eccellenza di vini e prodotti gastronomici proposti da The Official Selection, aggiunge un tocco di mondanità e intrattenimento al proprio programma.

Merano, 6 settembre 2018 – Dal 9 al 13 novembre torna l’esclusiva kermesse meranese dedicata agli appassionati di wine&food, Merano WineFestival. E tornano i migliori vini e prodotti gastronomici selezionati durante l’anno dal WineHunter Helmuth Köcher durante le sue “cacce” in Italia e all’estero. La 27^ edizione porta con sé numerose novità: dallo spazio polivalente di The Circlealla nuova area espositiva Spirits Experience, passando per una tavola rotonda dedicata al “Futuro del vino” e la possibilità di degustare dellevecchie annate di vini di eccellenza all’interno degli spazi di The Official Selection.

Si chiama The Circle – People, Lands, Experiences ed è una delle principali novità disponibili per i visitatori di Merano WineFestival 2018. Uno spazio di450 mq in Piazza de la Rena che diventa palcoscenico dove raccontare lestorie di uomini, di cibo, di vino, di territori; ma anche un luogo dove incontrare esperti del settore e approfondire temi focalizzati su singoli territori o prodotti italiani, condividendo testimonianze di successo e case-histories esemplari. Presente per tutta la durata di Merano WineFestival, The Circle è aperto a tutto il pubblico accreditato e dedica il proprio programma d’intrattenimento ai territori e alle aziende che si vorranno raccontare, anche attraverso testimoni di successo. Al suo interno uno Stage per le interviste e gli approfondimenti, i “Salotti di The Circle”, una Vip Lounge dedicata alla stampa e uno spazio organizzato per wine&food tasting guidati, oltre ad incontri conchef e piccoli produttori di tipicità, vignaioli e pizzaioli fra i più conosciuti. Inoltre viene data la possibilità a Consorzi o aziende di organizzare incontri e confronti a porte chiuse, coinvolgendo un pubblico professionale, ma non è tutto. La sera, dopo la chiusura del Kurhaus e della Gourmet Arena, The Circle si trasforma in uno spazio Lounge dove rilassarsi dopo una giornata intensa alla manifestazione; uno spazio aperto alla socializzazione dove vivere piacevoli esperienze. Ecco che non può mancare un drink o un calice di buon vino nell’ Open Bar o il piacere di fumare un sigaro nell’area fumoir esterna; o ancora, vivere l’esperienza di accomodarsi su una originale poltrona da barbiere nell’area Barber Shop. Il tutto ascoltando musica live tra jazz, chilly out e soul, animando le proprie serate meranesi con un tocco di mondanità. Agli appassionati di cocktail e superalcolici è dedicata invece la nuova area espositiva di Merano WineFestival che si affianca alla Gourmet Arena: Spirits Experience. Un viaggio tra degustazioni e seminari a tema organizzati dalle aziende con esperti del settore e rappresentanti della mixology, dove whiskey, rum, liquori e vermouth sono i protagonisti. E per completare la propria spirits experience non può mancare l’area dedicata alla miscelazione, dove assistere alle esibizioni dei barman nella creazione di speciali drink e assaggiarecocktail di altissima qualità.

Tra le novità della 27^ edizione, nella giornata di sabato 10 novembre si svolge un’importante conferenza dedicata al “Futuro del Vino” al Teatro Puccini, durante la quale il patron di Merano WineFestival Helmuth Köcher e una serie di ospiti speciali, tra cui esperti e personalità di spicco, si confrontano in una tavola rotonda che vuole mettere l’accento sulle prospettive future della viticoltura tra l’influenza dei cambiamenti climatici, i nuovi gusti e le aspettative dei consumatori. Infine, una segnalazione dal Kurhaus, che come di consueto ospita la selezione dei vini italiani e internazionali. Nella giornata di lunedì 12 novembre alla degustazione dei vini selezionati dal WineHunter e dalle sue commissioni di assaggio si affianca la possibilità da parte delle aziende di presentare al pubblico e alla stampa un Focus sulle vecchie annate di un proprio vino. Ecco quindi che diventa possibile scoprire vini ricercati che solitamente non partecipano agli eventi e degustarli in una speciale miniverticale. Ad attendere il pubblico un’edizione della kermesse Merano WineFestival che vuole essere ricordata e che il patron e WineHunter Helmuth Köcher ha pensato come una grande festa per celebrare la sua caccia dedicata ai migliori vini e alle specialità gastronomiche create dagli artigiani del gusto, ma anche come spazio di confronto all’insegna dell’innovazione e del futuro, nel rispetto del suo motto “Excellence is an attitude”.




10-14 Novembre 2017 la 26 ^ Edizione del Merano WineFestival

Merano Winefestival

26^ Edizione

Da Venerdì 10 a Martedì 14 Novembre 2017 – dalle ore 19:00
Merano (BZ)

MeranoWinefestivalPer l’edizione del 2017 del Merano WineFestival partecipano oltre 450 case vitivinicole tra le migliori in Italia e nel mondo, quasi 200 artigiani del gusto 15 cuochi di spicco. Il primo giorno, il 10 novembre, è dedicato ai vini biologici, biodinamici, naturali, e PIWI (varietà resistenti alle malattie fungine) a Naturae et Purae, un percorso tra “naturalità” e “purezza”, con oltre cento produttori selezionati, a cui per la prima volta si affiancano gli “orange wine. Dall’11 al 13 novembre al Kurhaus si tiene Wine Italia con oltre 800 vini italiani protagonisti, un percorso fra le varie aree ed i differenti territori vinicoli da nord a sud. La sala Czerny (nome dell’architetto che progettò Kurhaus, nel 1874), ospiterà Wine International con oltre 250 vini dalla Spagna all’Argentina, dal Libano al Sud Africa, dall’Austria alla Crimea. In contemporanea, dal 10 al 14 novembre, lungo la “Passer Promenade”, la famosa passeggiata a fianco del fiume Passirio e amata dalla principessa Sissi, avrà luogo GourmetArena con l’accurata selezione di prodotti tipici nazionali ed internazionali. Cooking Farm sarà il fulcro della Chef Arena; dal 10 al 14 novembre importanti chef di livello internazionale si confronteranno con le contadine altoatesine, depositarie della cultura culinaria locale. Immancabili le Masterclasses, degustazioni guidate di eccellenze enologiche nazionali e internazionali all’Hotel Terme Merano, il cui ricavato andrà in beneficenza. Infine, il 14 novembre, Catwalk Champagne, una “sfilata” nella Kursaal Merano di alcune fra le migliori Maisons de Champagne.

Novità di quest’anno è “The WineHunter Award”, la guida online contenente i prodotti che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento, suddivisi nelle categorie Award ROSSO, GOLD e PLATINUM. E’ consultabile gratuitamente sul sito award.winehunter.it, e rappresenta un ulteriore strumento di condivisione del lavoro di scoperta e selezione che Helmut Köcher compie ogni anno insieme alle commissioni WineHunter.

 

Per la Campania le Masterclass quest’anno vedranno protagonisti la Falanghina  del Sannio  http://www.meranowinefestival.com/eventi/storia-millenaria/

e l l’Aglianico con la verticale dei vini dell’azienda Quintodecimo di Luigi Moio :

http://www.meranowinefestival.com/eventi/un-viaggio-profumi-del-taurasi-cru-quintodecimo/

 

 Tutti i dettagli ed Il programma completo della manifestazione sul sito istituzionale della manifestazione  : www.meranowinefestival.com