1

Renzi a sostegno delle eccellenze agroalimentari Campane. Mortaruolo: “Serve un lavoro di squadra”

img_1434Il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Regione Campania on. Mino Mortaruolo ha partecipato ieri pomeriggio al teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino a un incontro sul referendum con il premier Matteo Renzi.
“La road map tracciata dal Premier per il Sud e per la nostra Regione – evidenzia il consigliere Mortaruolo – ci sollecita sulla necessità di rafforzare un lavoro di squadra che coinvolga tutti gli attori del settore agroalimentare. Il Sannio, così come l’intera Campania, sono sinonimo di agricoltura per la quale è cruciale reclamare qualità ed eccellenza. Come ho già ricordato lo scorso anno al Ministro alle Politiche Agricole – Alimentari e Forestali, Maurizio Martina non si può più pensare a una rivitalizzazione dell’agricoltura nella nostra regione senza pensare al turismo perchè i due settori vanno pensati insieme”. Prosegue Mortaruolo: “Il premier Renzi si è molto focalizzato sulla triade di eccellenza agroalimentare composta da pasta, olio e vino sollecitando le associazioni di categoria e il mondo della politica a valorizzare al massimo queste straordinarie risorse perchè nei mercati mondiali ci sono spazi importanti da conquistare con il Made in Italy che ha un appeal straordinario all’estero. Dalle sue parole c’è tutto l’endorsement a quello che come Regione e come Commissione Agricoltura della Regione Campania stiamo portando avanti in questi mesi per dare slancio alla nostra agricoltura e competitività all’agroalimentare attraverso interventi in settori mirati, come la forestazione, il biologico e iniziative tese a favorire il ricambio generazionale. Un’agricoltura dove anche la digitalizzazione svolga la sua parte. Dalla Campania il rilancio di nuovo modello agricolo italiano fatto di qualità, innovazione e sostenibilità. Tutti temi che nel Sannio sono stati al centro dei convegni della Fiera di Morcone e che saranno analizzati anche nel tavolo permanente sull’agricoltura  di prossima convocazione”.