1

Nostra – attuare la Costituzione: i sanniti Orlacchio e Mazzone ai vertici dell’associazione

Riceviamo e pubblichiamo la nota del comitato giovanile “Nostra – attuare la costituzione”, nella quale indica i punti programmatici dell’associazione

“Il comitato giovanile NOstra, protagonista dello scorso referendum costituzionale a sostegno delle ragioni del NO, si rinnova. La scorsa campagna referendaria ha visto protagonisti centinaia di ragazzi che su tutto il territorio nazionale.  Il dato post referendum vede gli under 30 in contrasto la riduzione del numero di parlamentari.

Non possiamo quindi fermarci. C’è ancora tanto lavoro da fare.  Si è, quindi, decretata la trasformazione del Comitato in un’associazione, dal nome “Nostra – attuare la costituzione” , avente quale ragione sociale la lotta politica per l’attuazione della Costituzione Italiana e il contrasto di ogni revisionismo atto alla compromissione dell’assetto democratico-parlamentare delle istituzioni repubblicane, in cooperazione con le altre forze associative, sociali e politiche impegnate nella difesa e nell’attuazione della Costituzione Repubblicana.  

Sono stati decisi, in seguito, i 9 punti programmatici essenziali dell’attività dell’associazione:

 1-mobilitazione per la reintroduzione di forme di finanziamento pubblico ai partiti;

2-mobilitazione per il rafforzamento di forme di finanziamento pubblico all’editoria;

3-mobilitazione per l’introduzione di una legge sui partiti, che garantisca la democraticità dei processi interni;

 4-mobilitazione per la difesa dell’unità della Repubblica, alternativa ad ogni forma di autonomia differenziata ai sensi dell’art. 116 comma 3 e promozione di una revisione del Titolo V che garantisca l’uguaglianza nella fruizione dei diritti sociali tra le regioni;

 5-mobilitazione per l’introduzione di una legge elettorale a impianto proporzionale con il superamento dei listini bloccati;

6-mobilitazione per l’introduzione di nuove forme di democrazia partecipativa, compatibilmente con l’impianto rappresentativo della democrazia costituzionale.

7-mobilitazione per la democratizzazione della forma di governo dell’Unione Europea;

8-ogni altra mobilitazione funzionale alla difesa della democrazia parlamentare in Italia;

9-ogni altra mobilitazione funzionale al perseguimento dell’uguaglianza sostanziale dei cittadini nell’esercizio dei diritti costituzionali e dell’equità fiscale.

Due sono i Beneventani che svolgeranno un ruolo di rilievo. Davide Mazzone come Responsabile Organizzazione Nazionale dell’associazione e Stefano Orlacchio come coordinatore della regione Campania.

Nei prossimi giorni inizierà il tesseramento per l’anno 2021, sarà possibile tesserarsi sul sito internet dell’associazione”.