1

Covid-19, non si ferma la solidarietà: l’Ail al fianco di sanitari e pazienti

È una Pasqua
diversa per le tradizionali Uova dell’AIL che, per la prima volta, a causa del
Coronavirus, non hanno raggiunto tutte le case delle migliaia di italiani che,
in questo periodo, scelgono di sostenere l’Associazione. L’AIL, però, non si ferma e resta al
fianco non solo degli ammalati, ma anche del personale sanitario, messo a dura
prova. L’uovo diventa un
segno di ringraziamento e di affetto per tutto ciò che viene fatto a
salvaguardia degli ammalati.

L’Associazione Italiana
contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma – Sezione “Stefania Mottola”, sta
consegnando, in questi giorni, 2000
uova di
Pasqua e 500 mascherine FFP3 al personale sanitario impegnato in prima linea
contro l’emergenza Covid-19, presso l’ospedale “Fatebenefratelli”,
l’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento e per i
pazienti del Dh Ematologico.

Le consegne non si fermano: nella giornata di oggi, le uova
solidali saranno recapitate presso la Casa di Cura “Villa Margherita” e presso
il 118 di Cerreto Sannita e nei prossimi giorni ad altre strutture della
provincia.

AIL Benevento ha deciso di donare le uova di
Pasqua ai medici, infermieri e pazienti che, in questo momento, stanno pagando
il prezzo più alto
.” – Sottolinea il Presidente Salvatore Mottola
– “L’associazione, da sempre, sostiene le strutture ospedaliere al fine di
rendere migliore la qualità della vita dei pazienti. In questo momento di
paura, sconforto e angoscia, ci auguriamo che le nostre uova possano portare un
po’ di dolcezza e serenità
.”
In questi giorni tante sono le persone preoccupate e bisognose
di rassicurazioni e conforto. In particolar modo i pazienti
che chiedono di ricevere informazioni aggiornate sulla gestione
delle patologie, anche a livello psicologico.

Per questo l’AIL ha deciso di potenziare il numero verde AIL 800226524, che sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17 per orientare e informare al meglio i pazienti e i loro familiari. Chiamando la linea gratuita sarà possibile parlare con un medico ematologo, mentre ogni mercoledì (15, 22 e 29 aprile) ci sarà lo spazio per parlare con uno psico-oncologo https://ailbenevento.it/numero-verde-e-domande-frequenti-covid-19.

Inoltre l’AIL ha organizzato l’iniziativa un “Uovo Sospeso”. La rete virtuale diventa una grande piazza, dove scegliere le uova da donare per poterle consegnare ai pazienti, ai medici e infermieri che, insieme, stanno affrontando con tanto coraggio questa grande sfida all’interno dei reparti di ematologia di tutta Italia. L’Uovo Sospeso è un gesto di solidarietà per continuare una tradizione e rendere “più dolce” la Pasqua di chi è più fragile. Scopri di più: https://shop.ail.it/home/uovo-sospeso-ail.html.

Comunicato stampa




Tumore al seno, l’importanza della prevenzione

Oggi visite senologiche gratuite con l’ambulatorio mobile della Croce Rossa Italiana, nei pressi della piazza sottostante alla chiesa dei Cappuccini, dalle 15.00 alle 19.00. L’iniziativa, sostenuta dalla compagnia San Pio, è della Consigliera Comunale Patrizia Callaro delegata alle Pari opportunità la quale ha dichiarato:

“Questa iniziativa è stato il primo obiettivo del mio mandato: creare un protocollo d’intesa tra Comune, Ospedale Fatebenefratelli, dove lavoro, chiedendo l’aiuto dei medici che sono sempre stati disponibili e la Croce Rossa Italiana che ringrazio per il loro lavoro eccezionale, importante per la prevenzione sanitaria gratuita, dati i tempi di attesa lunghi. Con questo protocollo,in più di un anno, abbiamo superato le mille visite con ecografia.

Vorrei ringraziare i medici del Fatebenefratelli dai quali non ho mai avuto un no, per me motivo di grande orgoglio. Ho potuto constatare che molte persone, non erano a conoscenza delle loro patologie. Purtroppo spesso non c’è la possibilità di curarsi, dati i costi delle visite e con un minimo stipendio diventa diffcile togliere dei soldi, quindi si tende a rimandare e anche ad evitare.

Molte donne hanno scoperto patologie che hanno necessitato di intervento chirurgico, quindi c’è da immaginare lo shock, le patologie sono spesso silenti e te ne accorgi quando sono in stato avanzato. Si è creata inoltre una sinergia con i servizi sociali facendo da tramite con l’ospedale, che ha accolto le persone indigenti che non avevano possibiltà di visitarsi.

Il mio è sempre un lavoro di squadra, la stessa consulta delle donne è supportata da un team di ragazze volenterose, competenti, molo umane.”

Le visite sono state effettuate dal senologo del Fatebenefratelli, il Dottor Luciano Palladino, che ha sottolineato quanto sia fondamentale la diagnosi precoce, quindi le donne non devono attendere di avvertire dei sintomi, inoltre un nodulo va approfondito sempre. La fascia più a rischio è intorno alla menopausa dai 45 ai 60 anni dove c’è un picco di incidenza, però il rischio aumenta con l’età.

Una visita dunque può salvare la vita, la prevenzione resta una preziosa alleata prima che sia troppo tardi.

Italia De Luca




Il Fatebenefratelli ringrazia il prefetto e precisa: “Non esiste precariato”

L’Amministrazione dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento, con riferimento all’incontro tenutosi in data 10.07.2019 presso la Prefettura, ringrazia preliminarmente S.E. il Prefetto Francesco Antonio Cappetta per la disponibilità.

In tale sede è stato confermato che non esiste precariato al Fatebenefratelli di Benevento.

Le dotazioni organiche dell’Ospedale Sacro Cuore sono conformi e coerenti alle necessità assistenziali, nel rispetto delle normative di legge e contrattuali vigenti, al fine di assicurare un’assistenza sempre più qualificata all’utenza.

L’affidamento a ditta esterna di alcune attività avviene nel pieno rispetto delle norme vigenti nell’ambito dell’autonomia organizzativa e gestionale dell’Ospedale, al pari di quanto accade nelle altre strutture che erogano assistenza sanitaria.

L’Ospedale Fatebenefratelli continua ad essere un punto di riferimento per il territorio. L’impegno dell’Amministrazione resta quello di garantire l’erogazione di prestazioni sanitarie di qualità, nonostante il contesto di crisi economica e finanziaria che colpisce tutte le strutture sanitarie, con un’organizzazione funzionale ed efficiente, idonea ad assicurare la salvaguardia dei livelli occupazionali nell’ambito delle risorse disponibili.

Comunicato stampa 




Ospedale Fatebenefratelli, domani il concerto in onore dell’AFMAL

Venerdì 8 Marzo 2019 alle ore 19.00, nel giorno in cui si celebra la Festa di San Giovanni di Dio, fondatore dell’Ordine ospedaliero, co-patrono di Benevento e protettore degli ospedali, dei malati ed, infine, degli operatori sanitari, si terrà un concerto in onore dell’AFMAL (Associazione con i Fatebenefratelli per i Malati lontani).

Sul palco dell’Auditorium del Centro Congressi dell’Ospedale Fatebenefratelli in viale Principe di  Napoli a Benevento, saranno protagonisti il “Complesso Bandistico ed il Coro CEMP” diretti dal Maestro Gianni Battista Iannucci.

Il repertorio sarà caratterizzato da standard musicali che spazierà da What a Wonderful World (Luis Armstrong), ai medley dedicati alle melodie della musica classica napoletana e di Domenico Modugno, per non dimenticare George Gershwin.

Non mancheranno alcuni pilastri della musica classica: “Va pensiero” (Giuseppe Verdi), Aria (Bach), Marcia militare (Schubert), e tante altre sorprese che ci riserveranno il “Complesso Bandistico ed il Coro CEMP”.

Comunicato stampa 

 




Ospedale “Fatebenefratelli”, nasce il gruppo di attività endocrino – metabolica

Da qualche giorno all’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento è nato il “Gruppo di attività endocrino-metabolica”.

Si tratta di un team specialistico dedicato   composto dalle seguenti professionalità:

  • Dott.ssa Itala Ventre,  direttore della UOC di Medicina Interna e Responsabile dell’Ambulatorio di Endocrinologia  e Malattie del Ricambio
  • Dott. Francesco Giuseppe Biondo, direttore dell’ UOC di Chirurgia Generale e Specialistica
  • Dott. Nicola Forte, Direttore del Laboratorio Analisi e dell’Anatomia Patologica
  • Dott. Carmine Manganiello, Direttore del UOC di Radiologia e Diagnostica per Immagini
  • Dott. Paolo Ferravante, Responsabile della UO di Urologia
  • Dott. Vittorio Catarinella,  Direttore del UOC di Ostetricia e Ginecologia

Questa   nuova  offerta prestazionale ospedaliera, finora carente sul territorio, è rivolta a tutti i cittadini affetti da  patologie endocrino-metaboliche tiroidee, paratiroidee, surrenaliche, ovariche e testicolari. Inoltre,  al Fatebenefratelli di Benevento è già pienamente operativa da oltre un anno la chirurgia endocrino metabolica rivolta alla cura dei pazienti affetti da  obesità patologica e da  diabete T2MD,  con centinaia di interventi già eseguiti dal dott. Francesco G. Biondo,  su pazienti provenienti da tutta la regione Campania e anche da altre regioni limitrofe.

Nell’ambito della Chirurgia Endocrino-Metabolica sono stati  sviluppati percorsi logistico – organizzativi e favorito  nuove acquisizioni tecnologiche che  hanno già consentito e, meglio consentiranno nel prossimo futuro, di curare con protocolli moderni e mininvasivi queste  patologie.

Comunicato stampa