1

McDonald’s, il fast food di Benevento dona 200 pasti caldi a settimana

L’iniziativa Sempre aperti a donare arriva a Benevento, dove McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald doneranno 200 pasti caldi ogni settimana, fino a marzo ad una struttura caritativa del territorio che offre accoglienza a persone e famiglie in difficoltà, convenzionata con Banco Alimentare Campania.

Il ristorante McDonald’s di via Mario Vetrone sarà coinvolto da vicino nel progetto: il team di lavoro del ristorante si occuperà della preparazione dei pasti, ritirati e distribuiti alla Parrocchia Sacro Cuore.

Le donazioni nella città di Benevento fanno parte del progetto Sempre aperti a donare, lanciato da McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald insieme a Banco Alimentare. L’iniziativa, partita nel mese di dicembre, vuole portare conforto a chi è in difficoltà; per questo, il progetto prevede la donazione di 100.000 pasti caldi che verranno distribuiti entro la fine di marzo alle strutture di accoglienza che ospitano famiglie e persone fragili in diverse città italiane.

Questa iniziativa conferma e consolida l’impegno che lega McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald al Paese e alle comunità locali con l’obiettivo di contribuire ad alimentare il circolo virtuoso generato dalle associazioni benefiche con cui collabora, specie nel difficile momento che stiamo attraversando, segnato dall’emergenza Covid.

Comunicato Stampa




I dipendenti Esaf donano 100 pacchi al Banco Alimentare del Sacro Cuore

I lavoratori dell’Esaf, in occasione del Natale, hanno consegnato, presso la Sala “Angelo Mario Biscardi” della Provincia al Largo Carducci di Benevento, 100 pacchi alimentari al Banco Alimentare della Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù ai Cappuccini.

La generosa donazione dei dipendenti della Società incaricata dalla Regione Campania di manutenere le Strade provinciali sannite, si è svolta presso la sede della Provincia perché i lavoratori avevano chiesto, alcuni giorni addietro, al Presidente Antonio Di Maria di indicare loro a chi dovesse essere consegnato materialmente questo segno di solidarietà che avevano intenzione di compiere. I dipendenti dell’Esaf avevano, infatti, informato Di Maria, nel corso di una riunione svoltasi presso la Sala Consiliare della Rocca dei Rettori, di voler dimostrare tangibilmente la loro gratitudine nei confronti di un territorio che li aveva visti finalmente tornare al lavoro dopo un periodo per loro di acuta difficoltà. Il Presidente, nel dare atto della bellezza del gesto, si era riservato di comunicare le modalità più opportune per la consegna del dono alle persone sannite in condizioni di difficoltà ed aveva quindi indicato il Banco Alimentare della Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù che si trova alla sommità del Viale Mellusi del capoluogo. Da queste premesse, è nato il momento simbolico della consegna dei pacchi presso la Sala “Angelo Mario Biscardi” ai rappresentanti del Banco Alimentare della Parrocchia del Sacro Cuore, e cioè al parroco fra’ Gianluca Manganelli ed al responsabile Mimmo Russo.

Erano presenti per la Provincia, il Presidente Di Maria ed il Capo staff Renato Parente; il parrocco frà Manganelli ed il responsabile del Banco Russo; nonché una delegazione di lavoratori con il portavoce Mimmo Panico. Il Presidente Di Maria ha definito “nobile” il gesto degli uomini e delle donne che, con la tuta dell’Esaf, provvedono quotidianamente alla manutenzione delle strade provinciali: “Questa donazione” – ha commentato Di Maria – “nasce dalla grande sensibilità verso i problemi e le difficoltà dei meno abbienti da parte di persone che, dopo un periodo di tempo tanto lungo quanto accidentato, hanno finalmente ritrovato il posto di lavoro. In un certo senso questi uomini e queste donne hanno voluto creare un gemellaggio con il territorio che li ha accolti. Il gesto di solidarietà di questi lavoratori è bellissimo ed io li ringrazio di cuore”. Il parroco frà Manganelli ha a sua volta ringraziato i lavoratori per quanto hanno fatto e per aver avuto fiducia nel Banco Alimentare della Parrocchia. Il lavoratore Panico ha detto: “Abbiamo pensato che questo gesto di solidarietà era un modo per dire grazie alla provincia di Benevento per averci accolto. Vogliamo andare nella stessa direzione per le persone in difficoltà. Non basta aspettare il vaccino, umanatemene occorre essere vicini a chi è in difficoltà”. 

Comunicato stampa




Parrocchia Sacro Cuore, collaboratrice positiva al covid: frati in quarantena

Una collaboratrice della Parrocchia del Sacro Cuore di Benevento è risultata positiva al coronavirus: è l’annuncio fatto via social dai Frati Cappuccini. Scattati i protocolli: sanificata la chiesa, quarantena e tamponi per i frati.

“La Comunità dei Frati Cappuccini – si legge nel post – è in quarantena volontaria in quanto una collaboratrice laica del convento, con la quale non avevano contatti da sei giorni, è risultata positiva al Covid19. I frati stanno bene, sono in attesa dell’esito del tampone. La Chiesa è stata sanificata e le Messe saranno celebrate regolarmente da altri sacerdoti”.




“Natale con i tuoi”, il villaggio della Famiglia del Sacro Cuore

Domenica 22
dicembre, alle ore 9,00, sarà inaugurato il Villaggio di Natale della
Parrocchia del Sacro Cuore in via Meomartini, a Benevento, dal titolo “Natale
con i tuoi”.

Dopo la
messa mattutina, durante la quale si terrà la benedizione dei Bambinelli,
partirà la giornata: con i tradizionali mercatini natalizi e i “giochi in
famiglia”, sul piazzale sottostante il santuario. Il programma prevede tante
sorprese, tra queste: animazione per bambini, trampolieri, gonfiabili, la casa
di Babbo Natale, gli Elfi, le fotografie ricordo, le fiabe, il Presepe Vivente,
curato dalla Proloco di Apollosa.  È
previsto, inoltre, un concorso per le famiglie che dovranno cimentarsi nella
realizzazione di una Natività, il disegno o il lavoretto migliore sarà votato
da tutti i partecipanti alla giornata. La premiazione si terrà alle ore 17,00 e
per il primo premio è prevista una sacra famiglia “Willow Tree”, il secondo
premio un bambinello su mangiatoia in legno e il terzo “La Bibbia dei Ragazzi”,
raccontata da Anne de Graaf. Per partecipare rivolgersi in sacrestia.

Sorrisi,
preghiera, riflessione, condivisione e divertimento, tutto questo si potrà
trovare al Sacro Cuore. Domenica, quindi, la sveglia dovrà suonare più presto,
in previsione di un fantastico e sorprendente flash mob, l’evento è realizzato
dal gruppo pilates che si riunisce due volte a settimana presso il salone Sacro
Cuore. Il Villaggio riunirà persone di tutte le età in piazza, per un’azione comunitaria
e d’impatto, per vivere la famiglia a tutto tondo. Non mancheranno dolci
tradizionali e montanare, preparate dai cuochi del Sacro Cuore e della Comunità
di San Giuseppe Artigiano. Le iscrizioni per partecipare ai giochi sono già
aperte e si possono effettuare presso le referenti per il catechismo o l’ACR,
per chi fosse esterno ai gruppi direttamente presso la sacrestia. La festa del
Santo Natale diventa appuntamento irrinunciabile, per condividere insieme alla
grande famiglia dei Padri Cappuccini un momento importante per tutti i
cittadini residenti, non solo nella zona alta.

“Parlare del Sacro Cuore significa parlare di Dio, della sua essenza.” Sottolinea il parroco Frate Giampiero Canelli. “Cuore di Gesù ed Eucarestia sono un unicum. Il cuore mite ed umile e la presenza umile dell’eucarestia ci rivelano il nostro Dio: un Padre dall’infinito amore, un Dio gentile e delicato, tenace e tenero che si propone con forza senza imporsi. L’amore si irradia come luce, vuole illuminare la vita degli uomini che sono messi nella possibilità di attingere a questa fornace ardente di gioia e di pace, che ha il potere di riscaldare e irradiare la loro mente e il loro cuore fino a renderli incandescenti della stessa bellezza. Siamo perciò convinti che la devozione al S. Cuore, non solo superi i tempi, ma sia anche oggi più che mai necessaria, come antidoto all’individualismo ateo e autolesionista dei nostri giorni. L’augurio che ci facciamo è che ognuno possa scoprire o riscoprire sempre più l’amore che salva!”

Comunicato Stampa




Successo del Villaggio della Gioia al Santuario Sacro Cuore di Benevento

Il Villaggio di Natale del Santuario Sacro Cuore di Gesù di Benevento, il 6 dicembre scorso, ha accolto più di 500 persone e ne ha viste impegnate nell’organizzazione più di 50. Per una comunità come quella della parrocchia dei padri Cappuccini è,sicuramente, un episodio da ricordare e da sottolineare.

La cura con la quale è stato preparato tutto il programma, gli addobbi, gli stand ha dato un messaggio di estrema accoglienza e accorato desiderio di condividere il messaggio del Natale.

Sotto la guida attenta del parroco Frate Giampiero Canelli, il team ha lavorato con fatica e gioia, con spirito di fratellanza e comunione. Nulla è stato lasciato indietro e tante sono state le piccole soddisfazioni ed emozioni vissute durante la giornata, iniziata con la Santa Messa delle ore 9, che ha visto la sua conclusione alle 19 con una cerimonia intorno al fuoco, sul piazzale della chiesa, dove i partecipanti hanno salutato il Bambinello, simbolo di rinascita e di pace.

Tanti i bambini e le famiglie che hanno animato la piazza, confondendosi tra i giochi, i gonfiabili, il campetto e le attenzioni degli animatori, ragazzi dell’Azione Cattolica, che hanno accolto con gioia tutti i piccoli con i loro  genitori. Un grande successo per il flash mob realizzato dal gruppo del pilates, che si tiene in parrocchia due volte a settimana, per il presepe Vivente, curato dalla Proloco di Apollosa, e i musicisti dell’Associazione culturale “Il Canto del Sannio”, con la Zampogna Ciaramella che hanno animato la piazza.

Buonissimi i prodotti realizzati dalle fantastiche signore e gli straordinari pizzaioli,impegnati presso gli stand culinari. Un applauso alle cuoche che hanno preparato l’ottimo pasto per il pranzo sociale, che ha visto trenta commensali, comodamente seduti sul piazzale al sole invernale festeggiare insieme un’indimenticabile giornata.

Sono stati ospiti del Villaggio anche quindici minori di due comunità alloggio della provincia di Benevento, che sono rimasti fino al pomeriggio inoltrato insieme alla comunità per giocare e divertirsi spensieratamente.

La magia del Natale diventa verità di intendimenti e azioni partecipate da una intera collettività e devono diventare, in questi tempi difficili, simbolo essenziale del messaggio d’amore che si desidera trasmettere.

Il Villaggio di Natale del Sacro Cuore è stato il Villaggio della Gioia, il luogo dove poter trovare sorrisi e accoglienza, che non si riduce ad un solo giorno; perché il Sacro Cuore è sempre aperto a coloro che ne hanno bisogno. Inoltre, tutte le persone che vi lavorano, come volontari, hanno come impegno spirituale: essere amici solidali, che vanno verso il prossimo circondandolo,attraverso un abbraccio corale, del calore di una famiglia.

Al prossimo anno.

Comunicato stampa