1

Prestazioni sanitarie gratuite in mattinata, Callaro: “Stiamo agendo con il cuore”

“Non mi aspettavo questa grande affluenza. Ad un’ora dall’apertura già 60 prenotazioni” ha dichiarato la consigliera alle Pari Opportunità, Patrizia Callaro che ha voluto fortemente l’iniziativa dedicata alle prestazioni sanitarie gratuite per pazienti indigenti, unitamente al Comune di Benevento, la Croce Rossa Italiana e l’ospedale Fatebenefratelli. “La maggior parte sono donne. Purtroppo questa tiroidite subacuta è consequenziale anche al virus pandemico che sta circolando. C’è gente che non si cura da qualche anno e stanno avendo problematiche correlate proprio alla mancanza di cura. Vorrei ringraziare il corpo delle crocerossine di Benevento, infermiere volontarie che stamattina sono venute per darmi una mano. Stiamo agendo con il cuore”.

Le visite gratuite si sono svolte alle spalle della chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, al rione Ferrovia: “Un grazie anche a don Pompilio che ci ha messo a disposizione la struttura e gestire al meglio la mattinata” ha detto ancora Callaro che ha annunciato nuovi appuntamenti sanitari gratuite. Le visite sono state condotte dal dottore Carlo Rinaldi che ha spiegato: “La maggior parte sono pazienti che già hanno problemi tiroidei e che purtroppo, però, da quello che mi fanno vedere il controllo risale a tre anni fa. La pandemia ha creato un buco enorme in queste malattie croniche e le malattie tiroidee sono malattie croniche, così come il diabete. La sanità si è concentrata tutta sul Covid, però nel frattempo si sono trascurate queste malattie. Sono pazienti che vanno tenuti sotto controllo, non dico molto frequentemente, ma almeno un paio di volte all’anno devono fare i controlli”.

Grande affluenza all’iniziativa e sul posto ha fatto visita anche il sindaco di Benevento, Clemente Mastella: “Le malattie tradizionali non è che vengono mandate in soffitta. Esistono purtroppo drammaticamente. Sono state trascurate per l’effetto del Covid e quindi questa occasione che Patrizia Callaro ha fatto, con la Croce Rossa e tanti altri che l’accompagnano, è un’iniziativa lodevole, egregia e importante, di cui ho visto anche la gente è grata. Per cui può anche attestarsi una linea di condotta che è quella tradizionale. Un’occasione per dire ai cittadini e alle cittadine di Benevento a non trascurare se stessi e quelli che superano i 60 di vaccinari”.

Il primo cittadino torna a parlare di Cvodi, vaccino e varianti: “Un solo vaccino viene bucato dalla variante Delta e quindi è molto preoccupante. Non facciamo come l’anno scorso che ci siamo lasciati andare durante l’estate e poi è arrivata la tragedia successivamente. Quest’anno speriamo di evitarla, nel senso che più ci vacciniamo e meglio è. Soprattutto vaccinarsi con la seconda dose, perché la prima non è sufficiente. L’impegno è per tutti a non trascurarsi e vivere in serenità” poi conclude ” A settembre screening totale per la città, tentando di individuare anche con nuove tecniche la variante Delta. Da lunedì si possono ritirare i certificati per l’immunità ricevuta e possono andare tutti i cittadini vaccinati entro maggio presso il Megaparcheggio. Successivamente, per quelli dopo maggio provvederà la Asl a mandare i certificati, così che si possa andare in vacanza tranquillamente”.