1

Premio Strega 2022, vince il favorito Mario Desiati con ‘Spatriati’

Foto Premio Strega (Musacchio, Ianniello, Pasqualini & Fucilla)

E’ Mario Desiati, favorito alla vigilia con il romanzo Spatriati (Einaudi), il vincitore della LXXVI edizione del Premio Strega, consegnato da Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento, azienda che fin dalla prima edizione sostiene l’organizzazione del riconoscimento letterario. La serata è stata trasmessa in diretta televisiva da Rai 3, per la conduzione di Geppi CucciariEmanuele Trevi, vincitore del Premio Strega 2021, ha presieduto il seggio di voto.

Sono intervenuti Giovanni Solimine e Stefano Petrocchi, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Bellonci, Lorenzo Tagliavanti e Pietro Abate, rispettivamente presidente e segretario generale della Camera di Commercio di Roma, la cui azione da sempre è finalizzata a creare un contesto territoriale dall’alto livello di vitalità creativa e culturale: un’azione che si concretizza nel sostegno alle più importanti iniziative culturali come il Premio Strega. Nel corso della serata Flavia Mazzarella, presidente di BPER Banca, ha consegnato agli autori finalisti un riconoscimento speciale. Si tratta della scultura del giovane artista ucraino Taras Halaburda, allievo dell’Accademia di Belle Arti di Sassari, vincitore della quinta edizione del concorso di idee indetto da BPER Banca per la creazione di una scultura ispirata al mestiere di scrivere e all’importanza della promozione della lettura. L’opera realizzata è una macchina da scrivere in bronzo con i tasti che riportano la scritta Premio Strega.

Il totale dei voti espressi, 537 (pari a circa 81,4% degli aventi diritto), ha portato alla vittoria il romanzo di Mario Desiati, Spatriati (Einaudi), con 166 votiClaudio PiersantiQuel maledetto Vronskij (Rizzoli) con 90 votiAlessandra CaratiE poi saremo salvi (Mondadori) con 83 votiVeronica RaimoNiente di vero (Einaudi) con 62 votiMarco AmerighiRandagi (Bollati Boringhieri) con 61 votiFabio BacàNova (Adelphi) con 51 votiVeronica GallettaNina sull’argine (minimum fax) con 24 voti. La giuria del Premio è composta da 400 Amici della domenica a cui si aggiungono 220 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da oltre 30 Istituti italiani di cultura all’estero20 lettori forti e 20 voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra cui i circoli costituiti presso le Biblioteche di Roma. Tra i nuovi giurati, entrati quest’anno fra gli Amici della domenica, gli scrittori Andrea BajaniDonatella Di PietrantonioClaudia Durastanti, il giornalista e scrittore Giovanni Grasso, la giornalista e scrittrice Simonetta SciandivasciTeresa Cremisi e Roberto Colajanni, rispettivamente presidente e direttore editoriale della casa editrice Adelphi, Francesco Anzelmo, direttore editoriale della Mondadori, e Chiara Sbarigia, presidente di Cinecittà.

Il vincitore sarà ospite in diverse località italiane particolarmente attive sul territorio nella promozione della lettura. Queste le tappe: 8 luglio Lonato del Garda, Fondazione Ugo da Como; 12 luglio Roma, Letterature Festival, Stadio Palatino; 22 luglio Vieste, Festival Il libro possibile; 29 luglio Marciana Marina (Isola d’Elba); 7 agosto Lecce, Chiostro degli Agostiniani; 13 agosto Cortina, Una montagna di libri; 25-31 agosto Benevento Città Spettacolo. L’immagine che ha accompagnato la LXXVI edizione è stata realizzata da Olimpia Zagnoli, artista di fama internazionale: “Ho immaginato una strega contemporanea che nella mia interpretazione è un individuo che racchiude più identità. Questa molteplicità viene enfatizzata dalle linee del disegno che come un’onda creano dei pieni e dei vuoti che la contengono”.




Maglione: “Finale Premio Strega a Benevento? Condivido proposta di Mastella”

“Non ho potuto prendere parte alla cerimonia di selezione dei cinque finalisti, sette a sorpresa, del Premio Strega, per impegni indifferibili e precedentemente assunti, ma ne riconosco tutto il prestigio e l’importanza che riveste per la nostra città. Ecco perché condivido la proposta del sindaco Mastella di spostare la finale a Benevento”, lo afferma in una nota il deputato M5S Pasquale Maglione.

“La possibilità di considerare un cambio di location per la finale di uno dei premi letterari più prestigiosi in Italia, per quanto sia una legittima prerogativa degli organizzatori, richiede l’impegno delle Istituzioni affinché per gli stessi possa diventare, eventualmente, un’opzione perseguibile. Il Premio Strega è intimamente legato alle nostre radici e i tanti luoghi storici di Benevento potrebbero offrire lo scenario ideale per la finale. Lavorare insieme affinché una suggestione possa diventare una solida realtà è il compito della politica al quale non mi sottraggo”, così conclude il deputato.

Comunicato stampa




Premio Strega, per la prima volta i finalisti sono sette

“Presentarci in questo fascinoso palcoscenico al Teatro Romano, è una cosa che rallegra molto e ci dà l’idea della capacità propulsiva di questo inizio della nostra stagione estiva che inauguriamo stasera e che poi decollerà fino al punto finale con il BCT”, così il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, in apertura all’evento del Premio Strega 2022 (la dozzina annunciata a maggio potete leggerla qui). La serata é stata guidata dal direttore Rai, Stefano Coletta, e dalla giuria composta dal vincitore dalla scorsa edizione del Premio, Emanuele Trevi, da Stefano Bellocchi e Alberto Foschini, i quali hanno proclamato i sette finalisti – caso eccezionale – dell’edizione LXXVI del Premio:

1- Mario Desiati, Spatriati [Einaudi], con 244 voti;
2- Claudio Piersanti, Quel maledetto Vronskij [Rizzoli], con 178 voti;
3-Marco Amerighi, Randagi [Bollati Boringhieri], con 175 voti;
4- Veronica Raimo, Niente di vero [Einaudi], con 169 voti;
5- Fabio Bacà, Nova [Adelphi], con 168 voti;
6- Alessandra Carati, E poi saremo salvi [Mondadori], con 168 voti;
7- Veronica Galletta, Nina sull’argine [Minimum Fax], con 103 voti.

“Per la prima volta sono sette in 76 anni e capita qui a Benevento, che per la seconda volta accoglie la “cinquina”. Grande serata e Stefano Coletta grande conduttore, oltre che grande intellettuale”, commenta in chiusura il direttore artistico, Renato Giordano: “Ora sarà una guerra vera e che vinca il migliore. Il 7 [luglio] sera si saprà su Rai3 chi vincerà questa 76esima edizione”.

E come ha sottolineato Mastella, anche Giordano guarda “all’estate del grande rilancio” a partire da questa serata: “Speriamo che ci sia un rilancio della cultura, dei libri, del teatro, del cinema, e della cultura pop”.

Giorgia Zoino




Premio Strega, da mercoledì 18 maggio si potranno ritirare gli inviti gratuiti

A partire da mercoledì 18 maggio saranno disponibili, per il ritiro al pubblico, gli inviti gratuiti per assistere alla “Presentazione dei 12 candidati e proclamazione dei Finalisti alla LXXVI edizione del Premio Strega” che si terrà l’8 giugno – inizio ore 18.00 – presso il Teatro Romano di Benevento. Gli inviti saranno disponibili presso i seguenti punti:

Libreria Masone Alisei: Viale dei Rettori, 73F, 82100 Benevento BN
Orari: 9.30/13.30 – 16.30/20.00

Libreria Guida – GiaVa BookStore: Via Francesco Flora, 13/15, 82100 Benevento BN
Orari: 9.30/13.30 – 16.30/20.00

Libreria Barbarossa: Via delle Puglie, 13, 82100 Benevento BN
Orari: 9:00/13:00 – 16:00/20:00

Mondadori BookStore – Centro Commerciale Buonvento: S.S.7 Appia Km 258+750, 82100 Benevento BN
Orari: 09:00 – 21:00

Teatro Romano di Benevento: Piazza Ponzio Telesino, 82100 Benevento BN
Orari: 10:30/13:00 – 16:30/19:00

Per il rilascio degli inviti non è consentito effettuare prenotazioni. Saranno rilasciati fino ad un massimo di due inviti per persona. Disponibilità inviti fino ad esaurimento posti capienza consentita della location evento. Il Premio Strega è promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega, in collaborazione con Camera di Commercio di Roma e BPER Banca. L’Evento è organizzato dal Comune di Benevento. Si ringraziano: Mazzone Viaggi e Turismo – Arte e Passione Event – BonBon Bazar, Centro Commerciale Buonvento.

Comunicato stampa




Premio Strega, il direttore di Rai 1 Stefano Coletta alla conduzione al Teatro Romano

La presentazione dei Dodici Candidati e Proclamazione dei Finalisti alla LXXVI edizione del Premio Strega a Benevento sarà condotta da Stefano Coletta, direttore dell’Intrattenimento Prime Time Rai: ad annunciarlo il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, l’assessore alla cultura, Antonella Tartaglia Polcini, ed il coordinatore artistico, Renato Giordano.

L’evento, organizzato dal Comune di Benevento e con la regia di Renato Giordano, si terrà l’8 Giugno 2022 presso il Teatro Romano con ingresso su invito, le cui modalità di ritiro saranno comunicate prossimamente. Nel corso della serata saranno presentati i 12 titoli candidati al Premio Strega 2022, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega, in collaborazione con Camera di Commercio di Roma e BPER Banca, e saranno annunciati i finalisti che concorreranno al Premio il cui vincitore sarà eletto giovedì 7 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

La dozzina sarà letta e votata da una giuria composta da 660 aventi diritto. Ai voti degli Amici della domenica si aggiungono quelli espressi da studiosi, traduttori e appassionati della nostra lingua e letteratura selezionati dagli Istituti italiani di cultura all’estero, lettori forti scelti da librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura, tra i quali i circoli istituiti dalle Biblioteche di Roma.




Premio Strega, l’8 giugno al Teatro Romano la proclamazione dei finalisti

Il sindaco Clemente Mastella e l’assessore alla Cultura del Comune di Benevento, Antonella Tartaglia Polcini, sono lieti di comunicare che anche quest’anno il Teatro Romano ospiterà, il prossimo 8 giugno, l’incontro con i dodici candidati dell’edizione 2022 – annunciati pochi minuti fa a Roma – e la proclamazione dei finalisti. Lo storico appuntamento di Casa Bellonci per la seconda volta nella storia del Premio sceglie Benevento come dimora di uno degli eventi culturali di maggior richiamo. Un appuntamento che avvalora l’indissolubile legame tra la nostra Città e il Premio Strega, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega, in collaborazione con Camera di Commercio di Roma e BPER Banca.

Comunicato Stampa




Stregonerie, Cilento e Parrella leggono “Poveri e Semplici”

Sabato 26 marzo, alle ore 18.30, proseguono da Strega Alberti a Benevento gli incontri di “Stregonerie – Premio Strega tutto l’anno“, la rassegna letteraria dedicata ai capolavori del Premio Strega, a cura di Isabella Pedicini e Melania Petriello in sinergia con Strega Alberti e Fondazione Goffredo e Maria Bellonci.

Dopo l’appuntamento con Viola Ardone dedicato a “Ninfa Plebea” di Domenico Rea (Premio Strega 1993) e quello con Edith Bruck sul suo “Il pane perduto” (Premio Strega Giovani 2021), la storica fabbrica del liquore Strega ospiterà per il mese di marzo un evento riservato alla riscoperta di una grande scrittrice del Novecento italiano: Anna Maria Ortese. Due tra le voci più interessanti della letteratura contemporanea, Antonella Cilento e Valeria Parrella, comporranno il ritratto di Ortese e ne ricostruiranno la poetica, partendo dal libro con cui nel 1967 si aggiudicò lo Strega, “Poveri e semplici“. Storia di un gruppo di giovani che abita in un appartamento in subaffitto nella Milano dei primi anni Cinquanta condividendo gli ideali comunisti e l’amore per l’arte e la letteratura, “Poveri e semplici” è il racconto – attraverso i ricordi della protagonista Bettina – di una generazione che, all’indomani della Liberazione, tra grandi speranze e ristrettezze economiche, torna alla vita seguendo i propri desideri.

“I più bei sogni della mia vita cominciarono in questa città i primi di novembre. Sono trascorsi da quella data vari anni, e con essi è trascorsa la mia breve giovinezza e la mia felicità. Oggi, mentre scrivo, è ancora novembre, ancora io vivo in questa città e in essa nulla è così radicalmente mutato che non si potrebbe, volendo, riconoscerle l’aspetto di allora; ma sono mutati gli uomini e le cose, e le vicende, se pure a volte in tutto simili a quelle di un tempo, non ne hanno lo stesso carattere. Fra alcuni anni, per non dire venti, trenta oppure l’eternità, di queste vicende vi saranno tracce sempre più deboli, leggere, e poi il nulla. Così, per un momento, come farebbe chiunque allontanandosi dalla sua casa per un viaggio definitivo, io mi volto ancora a guardarle, e vorrei capire il perché, strappare ad esse un semplice significato, ma esse continuano a splendere, a sorridere, con un che di strano, di buono”.

L’appuntamento si svolgerà in presenza, con posti contingentati e distanziati, all’interno dello spazio museale dell’azienda Alberti nel rispetto delle misure di contenimento dell’epidemia. L’accesso ai locali è gratuito ed è consentito unicamente con green pass e mascherina FFP2. Per poter assistere all’incontro, è necessario ritirare gli inviti cartacei (massimo due a persona), a partire da mercoledì 23 marzo, presso lo Strega Store in piazza Vittoria Colonna a Benevento, secondo gli orari di apertura del negozio (9-13/14:30-20). L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su www.spaziostrega.it e sulle pagine social di Strega Alberti e Stregonerie-Premio Strega tutto l’anno.

Comunicato stampa




“Stregonerie”, Viola Ardone legge “Ninfa Plebea” di Domenico Rea, Premio Strega 1993

Sabato 15 gennaio, alle ore 18:30, riprendono da Strega Alberti a Benevento gli appuntamenti di “Stregonerie – Premio Strega tutto l’anno“, la rassegna letteraria dedicata ai capolavori del Premio Strega, a cura di Isabella Pedicini e Melania Petriello in sinergia con Strega Alberti e Fondazione Goffredo e Maria Bellonci.

A dare il via all’edizione 2022 sarà Viola Ardone, una delle voci più interessanti della letteratura contemporanea, autrice per Einaudi de “Il treno dei bambini” e di “Olivia Denaro”.

In conversazione con il giornalista Rai Alessandro Di Liegro, Viola Ardone racconterà il libro con cui Domenico Rea si aggiudicò lo Strega nel 1993: “Ninfa plebea“, storia dell’educazione sentimentale della giovane Miluzza in un piccolo paese di contadini del Sud Italia alla vigilia dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Il romanzo del celebre giornalista e scrittore napoletano, di cui nel 2021 si è festeggiato il centenario della nascita, è una storia aspra e dura, di rara e profonda vitalità, che merita di essere riscoperta e raccontata.

«[Miluzza] Ritornò a casa così stordita da sentire il bisogno di stendersi sul letto. La sua testa andava dalla rana al rano, dalla vacca al toro, e da sua madre a Di; pervenendo alla conclusione che era tutto così fra uomini e fra animali; che, forse, quella cosa era il motore della vita

L’appuntamento si svolgerà in presenza, con posti contingentati e distanziati, all’interno dello spazio museale dell’azienda Strega Alberti.

L’accesso ai locali è gratuito ed è consentito unicamente con super greenpass e mascherina FFP2. 

Per poter assistere all’incontro, è necessario ritirare gli inviti cartacei (massimo due a persona), a partire da mercoledì 12 gennaio, presso lo Strega Store in piazza Vittoria Colonna a Benevento, secondo gli orari di apertura del negozio (9-13:30/14:30-20). 

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su www.spaziostrega.it e sulle pagine social di Strega Alberti e Stregonerie-Premio Strega tutto l’anno. 

Comunicato Stampa




Strega, proclamata la cinquina finale al Teatro Romano

Per la prima volta è stata scelta qui, a Benevento, la cinquina finale del prestigioso Premio Strega , confermando quel legame indissolubile tra la città delle streghe e la città eterna. Ad accogliere l’evento il Teatro romano, storico e maestoso anello di congiunzione tra Benevento e Roma.

I dodici autori, che stasera si sono disputati la cinquina, hanno raccontato la propria opera, con le domande del conduttore Marzullo, nel suo stile pungente, ironico e al contempo profondo,

Ha dominato la cinquina Emanuele Trevi, con il libro “Due Vite” (Neri Pozza), ricevendo 256 voti. A seguire l’opera di Edith Bruck , “Il pane perduto” (La nave di Teseo), con 221. Al terzo posto con un voto in meno rispetto a Bruck, Donatella Di Pietrantonio con “Borgo Sud” (Einaudi). Al quarto posto si piazza , Giulia Caminito con “L’acqua del lago non è mai dolce”(Bompiani), 215 voti. Chiude la cinquina Andrea Bajani con “Il libro delle case” (Feltrinelli), 203 voti.

A sorpresa fuori dalla cinquina, Teresa Ciabatti il suo “Sembrava bellezza” (Mondadori) era stato dato per favorito.




Premio Strega, ecco i ristoranti convenzionati con l’evento di domani

L’organizzazione del Premio Strega informa che saranno disponibili, presso i Ristoranti aderenti, dei menù degustazione, ideati dagli chef proprio per l’evento a prezzi convenzionati. È possibile conoscere le proposte e prenotare per la cena del 10 giugno, presso i seguenti locali di Benevento:
Ristorante Sapori: Via S. Cristiano, 82, 82100 Benevento BN – Tel: 371 428 5928
Diomedea: Via Torre della Catena, 179, 82100 Benevento BN – Tel: 391 705 8500
– Gino e Pina: Viale dell’Università, 23, 82100 Benevento BN – Tel: 0824 24947

Buon Premio Strega a tutti!

* Le attività riportate hanno aderito all’iniziativa con menù dedicati e prezzi convenzionati in occasione dell’Evento “Incontro con gli autori e proclamazione dei finalisti al Premio Strega 2021” del 10 Giugno 2021, presso il Teatro Romano di Benevento. L’Organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali disservizi.

Comunicato Stampa