1

Pietrelcina: intervista a Paola Ruggiero, la prima ospite della neonata "Tenuta Fontana dei Fieri"

Paola Ruggiero

Una tela chiamata “Creatività” ed un viaggio interiore “in un posto incredibile, pieno di energia e di sensazioni positive, ideale per un’artista alla ricerca di nuova ispirazione e relax”. Si è chiuso il periodo di residenza artistica della prima ospite di “Tenuta Fontana dei Fieri” di Pietrelcina, Paola Ruggiero. La pittrice salernitana è stata scelta dall’ideatore del progetto, Gaetano Russo, per inaugurare la neonata residenza d’artista: “Quando Gaetano mi ha chiamata proponendomi questo nuovo progetto – ha affermato Ruggiero – mi ha subito contagiato con entusiasmo e vibrazioni positive. Mi sono fidata senza esitare perchè lui è una garanzia, un artista poliedrico dotato di una intelligenza unica in grado di capire l’arte in tutte le sue sfumature”. Una permanenza, quella della Ruggiero, che ha permesso all’artista di conoscere le storie del Sannio e vivere in prima persona il misticismo di un territorio così evocativo come quello di Pietrelcina: “Questo luogo mi ha arricchita. Mi sono trovata subito a mio agio grazie all’enorme umanità della famiglia Boffa che ha agevolato la mia residenza da subito. Non ho avuto nessun problema, anzi, mi sono concentrata da subito sul mio lavoro”. Frutto della permanenza della Ruggiero nel Sannio, è la tela “Creatività”: “Sono molto attratta dai colori della terra, come il marrone, i rossi o i verdi. Parto da elementi naturali come il legno e ho il mio studio in un bosco sul lago di Bracciano. Per me è bellissimo lavorare a contatto con la natura. Attualmente sono molto stimolata dall’aspetto di Madre Natura, dalla rappresentazione del bambino e dal binomio madre-anima”.

Dopo l’esperienza a “Tenuta Fontana dei Fieri” della Ruggiero, sarà la volta la fotografa bolognese, Matilde Montanari.