1

San Giorgio, Boniello: “Terza età: opereremo sia nell’assistenza sia nell’inclusione”

“La terza età è un patrimonio da custodire, culla di ricordi e tradizioni. “San Giorgio bene comune” riserverà una particolare attenzione a questa fascia della popolazione, proseguendo nelle attività di assistenza e di inclusione già messe in campo”. Così Vincenzo Boniello, candidato sindaco che, a colpi di affollati e partecipati comizi, si avvicina al momento “clou” delle urne.

“Il 10,4 % della popolazione sangiorgese, come da ultime statistiche – osserva Boniello – equivalente a 1.030 unità, è rappresentato da popolazione over 70, 522 delle quali over 80. Se, poi, estendiamo l’ambito di osservazione agli over 65, la percentuale sale al 15,8% con complessive 1563 persone. Ancor di più, quindi, San Giorgio del Sannio deve insistere in politiche che siano specificamente tarate su questa fascia d’età”. “Andremo a perseverare in quelle attività di servizi domiciliari già elargite attraverso l’Ambito. Ed immaginiamo anche una rete di volontariato contro la solitudine, promossa dal Comune. Un progetto che miri a sostenere le persone anziane sole nelle loro piccole e grandi necessità, attraverso la costituzione di una rete tra associazioni cittadine volontarie già impegnate in attività sociali.

Ma il nostro atteggiamento verso la terza età non sarà solo “assistenziale” ma, come prima detto, teso a coinvolgere gli anziani nella vita sociale attiva.
Pensiamo al recupero dei mestieri e dei saperi, alla valorizzazione dei centri dell’età libera dei quartieri, al consolidamento della Festa dei nonni e ad un “Festival dell’anzianità” con cinema, musica ed arte”. L’abbondante presenza di anziani pretende, poi, come spiega Boniello, “la necessità di dare un sostegno ai caregivers, coloro che prestano assistenza ai malati e che si trovano spesso da soli a combattere altre solitudini”.

Ed una idea innovativa che punta sulla intergenerazionalità. “Pensiamo di dare vita ad un asilo intergenerazionale dove nella stessa struttura possano coabitare un asilo nido e una casa per anziani. Uno spazio comune dove anziani e bambini, dai 3 ai 90 anni e oltre, si prendano per mano. Esperienze in altre città, già attivate, dimostrano che è possibile”.

“Una Comunità può e deve crescere – chiude il candidato sindaco – anche nel riuscire ad intercettare al meglio le esigenze di una popolazione che si trova ancora attiva ma al tempo stesso spesso poco sfruttata nella sua potenzialità”.

Comunicato stampa




San Giorgio, Boniello: “Inclusione e cittadini fragili, non lasceremo nessuno indietro”

“Cittadini fragili, famiglia ed inclusione resteranno momenti centrali di una San Giorgio del Sannio che non lascerà nessuno indietro”. Vincenzo Boniello, candidato sindaco di “San Giorgio bene comune”, entra nel vivo del programma elettorale toccando l’aspetto del “welfare”.

“Le difficoltà socio-economiche del particolare momento storico – fa presente Boniello, per iniziare – aggravate dall’emergenza epidemica, hanno finito per rendere “strutturali” quelle criticità sociali che prima erano eccezionali, transitorie. Finendo per ampliare le diseguaglianze. Ebbene, il nostro impegno, nei limiti di quelle che sono le possibilità di una realtà comunale, sarà quello di favorire progetti professionali personalizzati, anche in collaborazione con il Terzo Settore, per creare presupposti di una massima inclusione. San Giorgio del Sannio prenderà le sue responsabilità di Istituzione e farà in modo da dare o ridare una prima possibilità a quanti vivono il disagio della inoccupazione. Penso, ad esempio, ai tirocini formativi già programmati e prossimi ad essere avviati”.

L’impegno di “San Giorgio bene comune”, come detto, proseguirà nell’ottica di restare vicini alle fasce deboli. “L’Ambito B2, con San Giorgio capofila – ha proseguito Boniello – è già stato esemplare nella sua prossimità “vera” al territorio. Oltre ad essere stato il primo a trasformarsi in una più agile e snella Azienda consortile, l’Ambito è stato punto di riferimento con il Centro antiviolenza che segue circa cinquanta casi. Ha individuato con tempismo e professionalità i soggetti destinatari di buoni spesa, ha attivato servizi per disabili, minori, anziani, si è fatto promotore di Centri estivi per bambini totalmente gratuiti. Colgo, al riguardo, l’occasione per ringraziare il Presidente dell’Ambito, dottoressa Alessia Accettola, per l’intenso e puntuale lavoro svolto. A fine settembre, inoltre, inaugureremo il Consultorio per la famiglia, un riferimento prezioso che, con adeguate professionalità, sarà accanto alle famiglie per problematiche che riguardino adolescenti, minori ma anche affidi ed adozioni”.

“Non ci resta – incalza il medico sangiorgese – che continuare lungo questa virtuosa scia, potenziando servizi attivi per gli anziani come l’assistenza a casa, i centri diurni specializzati, la teleassistenza e la sperimentazione della cosiddetta assistente di condominio. Integreremo servizi domiciliari ed infermieristici ed introdurremo la figura del promotore dei diritti del cittadino anziano”. Anche la tematica della salute, nella sua complessità, ad essere particolarmente attenzionata con la istituzione di una “Cabina di regia per la salute cittadina” che condividerà le strategie locali attraverso tavoli periodici che vedranno il coinvolgimento anche di figure dell’Asl e dell’assessorato regionale.

Nessuno indietro, quindi, incluse le persone e gli anziani con redditi o pensioni bassi “Dobbiamo trovare le risorse per contributi strutturali di integrazioni alle entrate al fine di consentire il pagamento delle utenze cosi come delle altre spese quotidiane”. “Una San Giorgio del Sannio che vuole costruire un futuro imponente – chiude Boniello – non può che partire dalla solidità della base. E la base sono e restano i suoi cittadini. Nella loro serenità e pari dignità”.

Comunicato stampa




Elezioni San Giorgio del Sannio, Vincenzo Boniello ufficializza la candidatura a sindaco

Pianificare, progettare e definire una San Giorgio del Sannio che sia ancora più efficiente: questo l’impegno di Vincenzo Boniello, candidato sindaco di “San Giorgio Bene Comune”. Medico anestetista e responsabile della “Rianimazione” area Covid dell’ospedale San Pio di Benevento, il professionista ha ufficializzato il proprio ruolo di aspirante Primo Cittadino.

“Ho deciso di candidarmi – commenta Boniello – per garantire in prima persona che i progetti pensati possano concretamente realizzarsi, mettendo a disposizione del mio territorio i migliori professionisti e le migliori intelligenze per garantire un futuro nuovo alla mia città nella quale vivo da sempre e nella quale ho scelto di costruire la mia famiglia”.

Dare continuità al lavoro svolto nell’arco del precedente quinquennio amministrativo, completare quanto di buono avviato, rimodulare ciò che è stato sospeso a causa dell’emergenza sanitaria negli ultimi 18 mesi, gettando i semi di una nuova programmazione. Questo il “must” attraverso cui muoverà il progetto “San Giorgio Bene Comune” che da diversi mesi ha avviato una stretta interlocuzione con “amici e compagni di viaggio”.

Salute, lotta alla povertà, lavoro, istruzione e ambiente i pilastri su cui continuerà ad ergersi la San Giorgio che sarà. “Farò tutto ciò – chiude Boniello – che sarà necessario per trovare le risposte più adatte, concrete e adeguate. Questa sarà la mia sfida, questo sarà il mio impegno nel bene comune”