Taranto-Benevento 2-2: allo “Iacovone” la Strega conquista un pari

foto: sito ufficiale Taranto Football Club

Allo “Iacovone” il Benevento va a caccia del quarto successo consecutivo per continuare a scalare posizioni in classifica, ma di contro il Taranto di Capuano proverà in tutti i modi a rovinare i piani della Strega e gli ionici in classifica sono staccati dai giallorossi di appena due lunghezze.

Le scelte – Capuano si schiera a specchio all’undici di Auteri e nel 3-4-3 dei padroni di casa il tridente offensivo è formato da Orlando, De Marchi e dall’ex Kanoute. Parte della panchina l’ultimo arrivato Simeri. Nel 3-4-3 giallorosso c’è il rientro di Paleari tra i pali e dinanzi all’estremo difensore giallorosso confermato il terzetto composto da Berra, Capellini e Pastina. Improta e Benedetti sono gli esterni di centrocampo e in mezzo Talia, insieme ad Agazzi, è preferito a Pinato. In avanti con Lanina e Starita non c’è Ferrante, ma Ciano, con quest’ultimo assente contro la Casertana per squalifica.

La gara – Al 4′ i padroni di casa si fanno vedere subito dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Zonta e il tentativo di testa di Miceli è bloccato da Paleari. Allo scoccare del 6′ calcio d’angolo anche per il Benevento calciato da Ciano che butta il pallone nel cuore dell’area dove Berra è il più lesto di tutti e gonfia la rete per il vantaggio giallorosso. All’11’ erroraccio di Capellini che consente a De Marchi di ritrovarsi dinanzi a Paleari e il portiere giallorosso gli respinge la conclusione, ma sulla respinta Pastina stende lo stesso De Marchi e per il direttore di gara non ci sono dubbi ad assegnare il calcio di rigore ai padroni di casa. Dagli undici metri va Kanoute che realizza il gol dell’1-1. L’immediato pareggio galvanizza la formazione ionica e al 22′ azione corale della troupe di Capuano con la conclusione finale di Zonta bloccata da Paleari. Al 30′ torna a farsi vedere il Benevento e sul cross di Ciano ci arriva Capellini con il pallone che va fuori. Al 33′ conclusione di Kanoute e Paleari non ha nessun problema a bloccare la sfera. Al 35′ Talia riceve palla dalla destra e il suo tiro dal limite finisce sul fondo.

La ripresa inizia con due cambi per i padroni di casa, con Capuano che toglie l’ammonito Riggio e De Marchi e schiera Enrici e l’ultimo arrivato Simeri. Al 3′ sponda di Starita per Agazzi che conclude fuori. Al 6′ lampo di Ciano che ha lo spazio e il tempo per aggiustarsi la sfera e far partire una perfetta conclusione che beffa Vannucchi riportando la Strega in avanti. Così come nella prima frazione, la Strega si mostra incapace di mantenere il vantaggio e al 14′ cross dalla destra di Orlando, con Kanoute che fa la sponda per l’ultimo arrivato Simeri che da due passi realizza il gol del 2-2. Incassata la rete del pari, Auteri butta dentro Ciciretti al posto di Starita e al 17′ ci prova Lanini con Vannucchi che blocca in due tempi. Al 27′ il Taranto si fa vedere ancora una volta dagli sviluppi di un angolo e la conclusione di Miceli è bloccata da Paleari. Al 28′ ultimi due cambi per il Benevento, con Auteri che inserisce Masciangelo e Marotta al posto di Berra e Ciano e di fatto passa al 4-2-4. Al 31′ Calvano riceve palla dalla sinistra e la sua conclusione dalla distanza si spegne sul fondo. Nell’ultimo spezzone di gara le due squadre si difendono senza grosse sbavature e nell’ultimo dei cinque minuti di recupero Simeri ha sui piedi il pallone per vincere la partita ma il suo pallonetto è bloccato da Paleari. L’ultima emozione del match con la Strega che torna dallo “Iacovone” con un pari che le permette di salire al terzo posto a quota quaranta punti. Il Taranto, invece, sale a trentotto e subito dietro al terzetto Picerno, Crotone e Casertana a trentanove.

Tabellino
Taranto (3-4-3):
Vannucchi; Luciani, Miceli, Riggio (1′ st Enrici); Vailetti, Zonta (45′ st Fiorani), Calvano, Ferrara (37′ st Panico); Orlando, De Marchi (1′ st Simeri), Kanoute (29′ st Fabbro). A disp.: Loliva, Samele, Hysaj, Papaserio, Travaglini, Capone. All.: Ezio Capuano
Benevento (3-4-3): Paleari; Berra (28′ st Masciangelo), Capellini, Pastina; Improta, Agazzi, Talia, Benedetti (20′ st Simonetti); Ciano (28′ st Marotta), Lanini, Starita (15′ st Ciciretti). A disp.: Nunziante, Mandredini, Masciangelo, Kubica, Ferrante, Pinato, Rillo, Viscardi, Terranova, Carfora, Bolsius. All.: Gaetano Auteri
Arbitro: Niccolò Turrini della sezione di Firenze
Assistenti: Mattia Regattieri della sezione di Finale Emilia e Andrea Zezza della sezione di Ostia Lido
IV Ufficiale:  Mauro Gangi della sezione di Enna

Marcatori: 6′ pt Berra (B), 13′ pt rig. Kanoute (T), 6′ st Ciano (B), 14′ st Simeri (T)

Note: terreno di gioco in ottime condizioni. Prima del fischio d’inizio osservato un minuto di silenzio in ricordo di Gigi Riva. Ammoniti: Riggio (T), Berra (B), Talia (B), Panico (T). Dalla panchina il tecnico del Taranto Capuano. Espulso per proteste dalla panchina il direttore tecnico del Benevento Marcello Carli. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.