Vuole farla finita in cella: salvato in tempo dagli agenti

Si era costruito un cappio con le lenzuola, intenzionato a farla finita dopo averlo legato alle sbarre della finestra: un trentenne nordafricano, detenuto nel carcere di Benevento, è stato salvato in extremis dagli agenti della Polizia Penitenziaria. Fortuna ha voluto che i poliziotti se ne siano accorti in tempo, lo hanno soccorso e trasportato in ospedale. Il sindacalista Luigi Castaldo segretario regionale Campania Con.si.pe (Confederazione Sindacati) si congratula “con l’esiguo personale di Polizia Penitenziaria presente che nonostante i molteplici carichi di lavoro è riuscito a salvare una vita: ancora qualche secondo e ora staremmo parlando del 30esimo suicidio avvenuto nelle carceri italiane dall’inizio dell’anno”. Per Castaldo nelle carceri sta diventando sempre più importante il supporto di figure professionali idonee, “come educatori, psicologi e psichiatri, va data la speranza del recupero ad una vita migliore.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.