Tetracloroetilene, Russo: “Valori prossimi allo zero”. Mastella: “Acqua sempre potabile”

Da 200 a 250 litri al secondo con un incremento di 4 milioni di litri d’acqua al giorno: ecco in cosa consiste il maxi-aumento della portata idrica che costringerà alla chiusura dei rubinetti nella giornata di martedì, dalle 6 di mattina alle 6 del giorno successivo. Interessati dal disservizio anche i comuni di Frasso Telesino, Melizzano, Ponte e Torrecuso, mentre sarà garantita l’erogazione a Telese Terme ed eventualmente si potranno registrare solo cali di pressione in rete negli orari di maggior consumo.

Gesesa e gli Enti comunali interessati hanno attivato il piano d’emergenza, illustrato stamattina in una conferenza a Palazzo Mosti (clicca qui per info sul piano previsto in città) cui hanno preso parte il sindaco Clemente Mastella, il presidente di Gesesa Domenico Russo, il presidente dell’Ente d’ambito Calore Irpino Michele Vignola e l’ingegnere Gesesa Pasquale Schiavo. Prevista per la sola giornata di martedì la chiusura di tutte le scuole di Benevento e tramite un’ulteriore ordinanza, il primo cittadino ha posticipato il rientro pomeridiano di martedì a mercoledì per tutti gli uffici comunali, con il conseguente orario pomeridiano di apertura al pubblico. L’aumento di portata dagli acquedotti molisani consentirà di rifornire in parte la frazione bassa della città che riceve l’acqua dei pozzi di Pezzapiana e Campo Mazzoni, quest’ultimo chiuso a fine marzo dopo aver riscontrato “un valore di tetracloroetilene superiore ai limiti di legge, pari a 47,4 µg/L”. L’acqua del Biferno andrà dunque ad affiancarsi a quella del pozzo di Pezzapiana “che rientra nei parametri di legge non solo per la potabilità ma anche nei valori di contaminazione prossimi allo zero” ha specificato Russo. Tuttavia Campo Mazzoni “non va abbandonato e faremo valutazioni in merito perché le falde rappresentano una risorsa per il territorio”. “Mai ai cittadini di Benevento è stata fornita acqua che non fosse potabile” ha ribadito con forza Mastella incalzato dalle domande sull’annosa disputa con Altrabenevento. Rilanciando poi la problematica legata alla qualità delle infrastrutture: “Se sono nefaste perdiamo litri d’acqua anche se ne abbiamo la disponibilità”.

Tornando al tema del giorno, Domenico Russo ha sottolineato la delicatezza dell’intervento di manutenzione che verrà effettuato martedì, definendolo “un evento storico: la cittadinanza deve essere paziente e comprensiva per i disagi perché il beneficio sarà importante. Ciò è stato possibile dopo la chiusura di Campo Mazzoni a seguito di verifiche interne. Abbiamo così chiesto insieme al Comune l’aumento della portata alla Regione tramite l’Ente Idrico Campano. Ringrazio entrambi per la serietà con la quale hanno risposto a questa esigenza, tenendo fede all’impegno”. Il presidente del distretto Calore Irpino, a proposito di ciò, ha rimarcato la grande sinergia tra le varie istituzioni parlando anche di una possibile soluzione per Campo Mazzoni: “Lavoriamo gomito a gomito per creare un sistema funzionale, efficiente e autonomo. L’ambito sarà destinatario di un progetto di riutilizzazione di Campo Mazzoni al fine di recuperare le risorse: è possibile utilizzare impianti di filtraggio a carboni attivi”.

PIANI DI EMERGENZA
Per il comune di Frasso Telesino, che è alimentato principalmente da risorse idriche addotte dall’adduzione del Biferno e da condotta Alto Calore, si cercherà di sopperire all’emergenza, aumentando, nelle 24 ore della durata della stessa, l’alimentazione da adduzione ramo Alto Calore che andrà a rimpinguare i volumi di compenso dei serbatoi di testa principali. In caso di eventuale prolungarsi dell’emergenza o di eventuali imprevisti dovuti a consumi anomali e/o riduzione della fornitura Alto Calore si valuterà esclusivamente la chiusura notturna dalle ore 23:00 del giorno 11 maggio fino alle ore 6:00 del giorno 12 maggio.

Per il comune di Melizzano di seguito la programmazione dell’interruzione: zona Torello: servizio a mezzo presidio fisso di autobotte (piazzetta Torello adiacenza Canonica) per l’intera giornata di sospensione idrica utenze interessate (in numero di 130): via Nazionale, Parco Rosario, via San Tammaro, via Boscarello, via Bosco, utenze Santo Spirito prese Torello 1, Torello 2, Torello 3, Ponte Calore; zona centro urbano: erogazione garantita negli orari 6:00-15:00 e 19:00-23:00 (in caso di riduzione del periodo di emergenza e/o in caso di maggior volume di compenso residuo disponibile, gli orari di erogazione potranno subire variazioni in aumento).

Per il comune di Ponte di seguito la programmazione dell’interruzione: Zona centro urbano (alimentazione serbatoio Ripa): periodo di erogazione garantito dalle 6:00 del giorno 11 maggio alle ore 17:00 dello stesso giorno. Giorno 12 maggio apertura definitiva ore 6:00 e ripristino della normale erogazione. Zone interessate: via Grande Ufficiale Domenico Ocone, Via Ripagallo, Via Venditti, Via De Mennato, via Stazione, via ex campo sportivo, via Roma, parte di via Piana, via G. Ocone, Via Puglia, via Borgo. Zona di alimentazione serbatoio Alto Servizio: periodo di erogazione garantito dalle 6:00 del giorno 11 maggio alle ore 17:30 dello stesso giorno. Giorno 12 maggio apertura definitiva ore 6:30 e ripristino della normale erogazione. Zone interessate: via San Benedetto, via campo sportivo, via Campo D’Antuono, parte di via Puglia. Zona di alimentazione serbatoio Staglio: periodo di erogazione garantito dalle 6:00 del giorno 11 maggio alle ore 18:00 dello stesso giorno. Giorno 12 maggio apertura definitiva ore 7:00 e ripristino della normale erogazione. Zone interessate: parte di via San Benedetto, via Monte, via Canale, via Campo D’Antuono, via Staglio, via Venditti. Sulla c.da Ferrarisi, su cui insistono 15 utenze, su richiesta al numero verde, verrà garantita fornitura a mezzo autobotte. Sulle altre zone del territorio comunale: Colli, ASI, zona Piana, via San Dionigi, via Francigena l’erogazione sarà normale e non subirà interruzioni.

Per il comune di Torrecuso, con riferimento alla sola zona di Torre Palazzo, l’erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 6:00 del giorno 11 maggio alle ore 8:00 del giorno 12 maggio. In caso di segnalazione al numero verde per Emergenze e Guasti 800 511717, verrà garantito servizio di fornitura a mezzo autobotte.

Di seguito il riepilogo dei servizi sostitutivi di autobotti con le posizioni:
Comune di Ponte: postazione mobile attivabile a richiesta al numero verde;
Comune di Melizzano: postazione fissa in c/da Torello nei pressi Casa Canonica;
Le utenze nelle zone non menzionate nel presente piano non subiranno sospensione dell’erogazione ma potranno registrare diminuzione delle normali pressioni di esercizio.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.