Tomaciello dinanzi al Gip si dichiara estranea ai fatti

È durato circa mezz’ora l’interrogatorio di rogatoria della consigliera comunale Annalisa Tomaciello, ascoltata questa mattina dal gip Roberto Nuzzo in relazione alla presunta truffa che vedrebbe coinvolta la presidente della commissione Bilancio con l’imprenditore Andrea Taurino. La Tomaciello è stata chiamata in causa dalla Procura di Sondrio in relazione all’acquisto di tamponi antigenici saldato a un imprenditore tedesco, secondo l’ipotesi della Procura, attraverso un bonifico fasullo. Ha respinto ogni addebito e si è dichiarata estranea ai fatti la consigliera di Benevento Bellissima, negando ogni tipo di coinvolgimento con Taurino, con il quale i rapporti stando alla difesa sarebbero stati interrotti da tempo. L’avvocato Vincenzo Sguera, legale della Tomaciello, ha chiesto la revoca della misura restrittiva dell’obbligo di dimora.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.