Torres-Benevento 0-0: la Strega accede alle final four

Al “Vanni Sanna” di Sassari il secondo atto di Torres-Benevento, con i giallorossi che dopo il successo di misura del “Ciro Vigorito” sono chiamati a difendere il piccolo vantaggio maturato per accedere alle final four. Ai sardi, invece, basta vincere con qualsiasi risultato per eliminare la troupe di Auteri.

Le scelte – Due novità nell’undici iniziale sardo e rappresentate da Diakite al posto di Fischnaller nel reparto offensivo e da Liviero preferito a Zambataro sulla corsia mancina del centrocampo, con Greco che conferma da un punto di vista tattico il suo collaudato 3-4-1-2 e davanti a Zaccagno si posizionano Idda, Antonelli e Dametto. Zecca e appunto Liviero sono gli esterni a tutta fascia, con Giorico e Mastinu in mediana. Ruocco a supporto delle due punte Scotto e Diakite. Nessuna variazione, invece, tra i giallorossi, con Auteri che si riaffida alla stessa formazione iniziale di martedì e nel 3-4-3 del tecnico siciliano, davanti a Paleari, trio difensivo formato da Berra, Capellini e Viscardi. Improta e Simonetti sono gli esterni del centrocampo e completato da Talia e Nardi in mezzo, con il tridente offensivo formato da Ciciretti, Perlingieri e Lanini.

La gara – Il match inizia con cinque minuti di ritardo a causa del fumo dovuto dai fumogeni e i padroni di casa sfiorano subito il gol al 3′ con una conclusione dal limite di Diakite allontanata da Paleari in angolo. La partenza horror del Benevento prosegue nei minuti immediatamente successivi e i padroni di casa al 5′ con Ruocco la sbloccano, ma la rete non viene convalidata per una posizione di fuorigioco confermata al Var. Il numero dieci era riuscito a buttarla dentro sulla respinta in seguito alla traversa colpita da Scotto. Al 17′ Giorico ci prova dalla distanza e la difesa giallorossa respinge il pallone in angolo. Al 22′ altro grande pericolo per il Benevento, con Diakite che svetta più in alto di tutti dagli sviluppi di una punizione e Paleari respinge il tentativo di testa dell’ex Casertana in angolo. Dagli sviluppi del corner conclusione di Idda che viene bloccata senza problemi dal portiere giallorosso. Al 43′ primo timido affondo del Benevento e sul cross dalla sinistra di Simonetti nessun suo compagno ci arriva con il pallone che si spegne fuori. Nel finale di tempo doppia chance della Torres che va vicino al gol prima con una conclusione di Mastinu che colpisce il palo di sostegno della porta e qualche secondo dopo, con il Benevento completamente in bambola, con Liviero e Paleari smanaccia il pericolo in angolo. La prima frazione si chiude sullo 0-0, ma con un Benevento apparso per lunghi tratti superficiale e timoroso.

Nella ripresa il copione non cambia, con i padroni di casa subito all’attacco e al 2′ Nardi rimedia il cartellino giallo, unico diffidato per i giallorossi e salterà l’eventuale semifinale. All’8′ brutta respinta di Berra che consegna di fatto il pallone a Zecca e la sua conclusione è allontanata in angolo dalla difesa giallorossa. Al 19′ per scuotere la Strega Auteri inserisce Bolsius e Starita che prendono il posto rispettivamente di Ciciretti e Perlingieri. Al 27′ in campo anche Ferrante che rileva Lanini. Al 29′ la Torres la sblocca con Diakite e anche in questo caso la marcatura dei padroni di casa non viene convalidata per una posizione di fuorigioco. Strega nuovamente graziata grazie anche al supporto della tecnologia, con Ghersini e Longo al Var che confermano la posizione di offside di Idda. Al 33′ i padroni di casa restano in inferiorità numerica per un fallo di Zecca su Ferrante, con il direttore di gara che lo reputa da rosso diretto e nella circostanza ammonito tra i sardi anche Mastinu. La parità numerica viene ristabilita al 38′, con il direttore di gara Galipò che utilizza lo stesso metro di giudizio di cinque minuti prima ed estrae il rosso diretto anche a Bolsius per un fallo su Liviero. La pressione della Torres alla ricerca del vantaggio prosegue anche nel recupero e al 46′ Paleari si oppone al tentativo di Antonelli dagli sviluppi di un angolo. I sardi ci provano anche nei successivi minuti e al 49′ Diakite stacca di testa e il pallone finisce sul fondo. La Torres ci prova anche nei secondi finali, ma la Strega resiste all’assedio e al triplice fischio può tirare un grandissimo sospiro di sollievo. Con questo pareggio i giallorossi approdano alle final four e martedì affronteranno la Carrarese allo stadio dei Marmi.

Tabellino
Torres (3-4-1-2):
Zaccagno; Idda, Antonelli, Dametto; Zecca, Giorico, Mastinu (37′ st Kujabi), Liviero; Ruocco; Scotto (31′ st Goglino), Diakite. A disp.: Garau, Nunziatini, Masala, Lora, Rosi, Cester, Fabriani, Siniega, Sanat, Zambataro, Petriccione, Fischnaller. All.: Alfonso Greco
Benevento (3-4-3): Paleari; Berra, Capellini, Viscardi; Improta (36′ st Meccariello), Talia (36′ st Agazzi), Nardi, Simonetti; Ciciretti (19′ st Bolsius), Perlingieri (19′ st Starita), Lanini (27′ st Ferrante). A disp.: Manfredini, Benedetti, Masciangelo, Karic, Kubica, Marotta, Ciano, Rillo, Terranova, Carfora. All.: Gaetano Auteri
Arbitro: Simone Galipò della sezione di Firenze
Assistenti: Alessandro Munerati della sezione di Rovigo e Federico Linari della sezione di Firenze
IV Ufficiale: Andrea Ancora della sezione di Roma 1 
Var: Davide Ghersini della sezione di Genova
Avar: Salvatore Longo della sezione di Paola

Note: terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Giorico (T), Talia (B), Idda (T), Nardi (B), Mastinu (T), Simonetti (B), Meccariello (B). Espulsi: 33′ st Zecca (T) e 38′ st Bolsius (B) per rosso diretto. Dalla panchina ammonito il tecnico della Torres, Alfonso Greco per proteste. Angoli: 10-0. Recupero: 2′ pt, 5′ st.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.