Tra dinamiche sociali, demografiche ed economiche a Benevento, intervista all’autore G. Araldi

araldi-1Ieri, 25 novembre, si è tenuta la presentazione del volume di Giovanni Araldi, “Vita religiosa e dinamiche politico-sociali. Le congregazioni del clero a Benevento (secoli XII-XIV)”, Napoli 2016, presso Palazzo Paolo V.
L’autore ha spiegato: “Il libro ha un filo conduttore che è la storia delle congregazioni di Benevento. Tre grosse associazioni che accoglievano il clero secolare della città e che a Benevento hanno avuto uno sviluppo molto importante e che contraddistingue la nostra città rispetto ad altri centri del Mezzogiorno, in positivo naturalmente. Questo è il filo conduttore” e poi spiega “Il libro si allarga ad abbracciare le dinamiche sociali, le trasformazioni sociali, demografiche ed economiche della città che danno a Benevento, nei secoli centrali del Medioevo, una vitalità veramente inusitata almeno in Campania e di cui, poi, questa capacità associativa, non solo del clero, è forse una delle manifestazioni più evidenti”.
Si tratta di un libro che si allarga a comprendere vari aspetti della storia cittadina, utilizzando un filo conduttore particolare.
“La capacità che la comunità beneventana ha mostrato,” afferma Araldi “ e anche questa è una cosa originale da rimarcare, di sintonizzarsi con le esperienze religiose, ma anche culturali e sociali, più avanzate del tempo. Anche se il Mezzogiorno e Benevento non hanno avuto l’esperienza dei Comuni, ciò non ha impedito alla nostra città di avere uno sviluppo e una vitalità, non inferiore a quella dei Comuni del nord”.

Dunque un saggio di impronta prettamente storica e l’autore precisa “La storia religiosa è una parte considerevole del testo” poi aggiunge “A Benevento c’erano cento parrocchie che ancora una volta sono il sintomo di una sensibilità religiosa molto evoluta, ma sono anche il sintomo di una travolgente dinamica economica, civile, sociale anche perché la città era una meta di inurbamenti e migrazioni da tutto il Mezzogiorno”.

Sicuramente, quindi, gli aspetti religiosi sono ampiamente trattati nel libro, ma sono un tassello all’interno di un mosaico più ampio .
Sono intervenuti durante la presentazione il prof. Marcello Rotili, Seconda Università degli Studi di Napoli; il prof. Giovanni Vitolo Università degli Studi di Napoli “Federico II”; il prof. Mario Iadanza
PFTIM -Sez. San Tommaso – Napoli; il sindaco, Clemente Mastella .

Sostieni la Libera Informazione

Una tua donazione è importante per sostenere il nostro progetto editoriale. Grazie!

 

Lascia una risposta