Ufficio Patrimonio, Uil Fpl denuncia Palazzo Mosti alla Corte dei Conti

La segreteria territoriale della Uil Federazione Poteri Locali di Benevento aveva richiesto con nota prot. n. 197 del 28/11/2022 la revoca della determinazione dirigenziale n. 52 del 24/10/2022 avente per oggetto: “Lavoro straordinario del personale dell’Ufficio Patrimonio in relazione agli adempimenti connessi alla regolarizzazione dei rapporti delle occupazioni improprie di cui all’art. 33 del Regolamento regionale n. 11/2019. – Liquidazione”.

“I motivi della richiesta, con contestuale ripetizione dei compensi già incassati, in quanto la stessa determinazione – si legge nella nota del sindacato – era stata adottata tenendo conto delle autocertificazioni sottoscritte dai due dipendenti interessati, anziché dell’utilizzo dei rispettivi cartellini marcatempo, così come previsto dal CCNL funzioni locali e dalla prassi esistente presso il Comune di Benevento. Purtroppo, il comune di Benevento, invece di aderire alla sacrosanta richiesta del Sindacato Uil Fpl, ha continuato a tenere un comportamento altamente lesivo degli interessi di tutti gli altri dipendenti comunali, inviando una difesa evasiva, nella quale tutto si spiega fuorché il motivo per il quale i due dipendenti non hanno timbrato il cartellino marcatempo (badge). Tutto ciò ha creato grande scoramento tra i lavoratori meritevoli, atteso che molte volte – anche per un solo minuto di anticipo della timbratura – gli stessi si sono visti negare il buono pasto sostitutivo della mensa!

Tenuto conto della irresponsabilità mostrata dal comune di Benevento, che non ha inteso sentire ragioni, la UIL FPL ha inviato alla procura regionale della corte dei Conti per la Campania di Napoli e alla procura generale della corte dei Conti di Roma apposita e circostanziata denuncia per l’accertamento del danno causato alle casse comunali. La stessa istanza è stata inviata al prefetto di Benevento Torlontano, al sindaco Mastella, al segretario generale Feola, al dirigente settore risorse umane Verdicchio e al presidente del collegio dei revisori dei conti Serpico.

“Sono stato costretto a effettuare la denuncia per fare chiarezza, tenuto conto che solo pochi eletti dipendenti riescono ad avere ogni tipo di riconoscimento, sia giuridico che economico. Spero, comunque, che il comune di Benevento ci ripensi e che tutte le Organizzazioni sindacali possano tornare a svolgere quel ruolo di difesa e di rappresentanza di tutti i lavoratori. La Uil Fpl non si fermerà e inizierà a chiedere conto, giorno per giorno, di tutte quelle condotte che si fanno beffa degli interessi generali dei lavoratori”, questa la dichiarazione di Giovanni De Luca, segretario generale della Uil Fpl di Benevento.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.