Luca Mazzone

L’estate è da sempre la stagione nella quale si organizza una vacanza e per sapere dove andranno i beneventani in ferie ci siamo rivolti a Luca Mazzone, titolare dell’omonima agenzia di viaggi di Corso Dante, nonché advisory board per il turismo presso Confindustria Benevento. “Le località maggiormente prese in considerazione restano sempre quelle sulla fascia Spagna – Italia – Grecia, anche se in netta ripresa è l’Egitto, dato che con dei costi molto contenuti si riesce a fare una vacanza a cinque stelle e i resort egiziani si raggiungono facilmente anche dall’aeroporto di Napoli”.

Località quindi come Sharm el-Sheik, Marsa Alam e Marsa Matrouh sono destinate ad occupare nuovamente un posto privilegiato nelle scelte dei vacanzieri?

Credo proprio di sì. Queste località pian pianino torneranno a occupare un posizione d’élite nelle scelte anche dei beneventani e negli ultimi tempi sono state prese poco in considerazione per una serie di situazioni, su tutte quella legata al terrorismo. Sono posti che attraggono in ogni periodo dell’anno e agosto è il mese meno indicato per andarci a causa delle temperature troppo elevate, ma essendo resort lussuosi e a pochi passi dal mare si trova subito refrigerio.

Rispetto agli anni scorsi si è ridotta la durata media di una vacanza?

In estate si opta ormai per una settimana di vacanza, con i nostri clienti che preferiscono frazionare le ferie e così facendo hanno la possibilità di organizzare dei weekend e delle gite fuori porta in ogni periodo dell’anno. La vacanza estiva di due settimane non esiste più e i viaggi hanno raggiunto un indice di gradimento più elevato rispetto alle vacanze.

Il comparto turistico ha vissuto un periodo di crisi o la crisi economica degli ultimi anni non ha intaccato tale settore?

Ormai gran parte delle vacanze vengono acquistate attraverso internet. L’agenzia la si prende in considerazione quando si ha bisogno di una consulenza e quindi di organizzare una vacanza che prevede vari servizi. Il viaggiatore, quindi, si rivolge all’agenzia per delle competenze specifiche. Nonostante ciò i dati sono sempre in positivo, sia per quanto concerne i viaggi in uscita (outgoing) che per quelli in entrata (ingoing).