Vaccini, ai giardini Merici è il giorno dei caregiver

A dispetto delle previsioni è partita stamattina anche la campagna vaccinale per i caregiver presso l’oratorio Merici di via Bosco Lucarelli, ex Orsoline. La struttura è risultata idonea dopo un primo sopralluogo affinché tutte le persone che forniscono assistenza a familiari e parenti malati possano sottoporsi all’inoculazione dei sieri anticovid. Un nuovo punto vaccinale nato dalla collaborazione tra Asl e diocesi.

Presenti il dg Gennaro Volpe e l’arcivescovo monsignor Felice Accrocca per tracciare il punto della situazione sulla prima delle quattro giornate previste per l’immunizzazione della categoria, con 250 persone attese presso i giardini dell’ex istituto Orsoline, “500 al truck (over 70) e 300 a via Minghetti (over 80) per un totale di 1000 persone. Si corre: abbiamo attivato subito questo ambulatorio grazie all’impegno della chiesa, proprio nel giovedì Santo che dedichiamo a coloro che donano la vita ai congiunti malati”. Una sede quella dei giardini Merici che verrà utilizzata anche in seguito con l’arrivo di ulteriori vaccini.

“Non abbiamo altre risposte se non il vaccino. Non facciamo morire la speranza perché altrimenti perdiamo tutto” ha commentato Accrocca. “Dobbiamo in ogni modo facilitare la campagna vaccinale e sento di dover incoraggiare tutti a fare il vaccino perché non farlo può incidere sugli altri. È un senso di responsabilità sociale di fronte a questa situazione”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.