Venerdì, inaugurazione della Mostra bibliografica "Benevento-Capitale della Longobardia Minor"

longobardia-minorVenerdì 16 dicembre 2016, alle ore 11,30, presso la Biblioteca Provinciale “A. Mellusi” di Benevento al Corso Garibaldi, si inaugura la Mostra bibliografica “Benevento – Capitale della Langobardia Minor”.
L’evento, curato dalla Epsilon Cooperativa di Servizi per i Beni Culturali, rientra, per disposizione del presidente Claudio Ricci, nell’ambito del progetto “I Longobardi e il Sannio” promosso dalla Provincia di Benevento, d’intesa con la Regione Campania, e resterà aperto al pubblico sino al 30 dicembre 2016.
La mostra si pone l’obiettivo di far conoscere e valorizzare il pregevole patrimonio librario della Biblioteca Mellusi e della Biblioteca del Museo del Sannio, con l’esposizione di testi antichi e moderni e l’allestimento di una pannellistica esplicativa.

L’intento del progetto culturale è quello di illustrare le fasi e le tematiche principali della cultura longobarda nel Mezzogiorno d’Italia. La mostra, dunque, costituisce un viaggio, se pur breve, nella memoria della “Langobardia minor” per la riscoperta dell’identità di un popolo attraverso i temi e gli aspetti più salienti della civiltà longobarda dal Ducato al Principato, dal paganesimo al cristianesimo.
La didattica e la pannellistica, realizzate da Epsilon per l’occasione, illustrano il mito e le origini del popolo Longobardo, documentano parte di una lunga storia, dalla nascita del Ducato di Benevento al Principato; presentano le testimonianze architettoniche e artistiche; ed, in sostanza, offrono ai visitatori e soprattutto alle scolaresche l’opportunità di leggere una parte della storia di Benevento attraverso la conoscenza della civiltà longobarda: siti archeologici e monumenti, i loro centri di potere, i luoghi di culto, le mura e le torri, le necropoli con i loro tesori, gli straordinari personaggi.
Obiettivo della mostra è, dunque, documentare il peso avuto dalla cultura e dalla civiltà longobarda nella storia del Medioevo, particolarmente nel Sud, dove questo popolo ha saputo radicarsi per tanti secoli lasciando una profonda impronta.
“Lo studio dell’epoca longobarda – ha dichiarato il presidente della Provincia, Claudio Ricci – è ovviamente materia riservata ai medievisti, ma è dovere delle istituzioni locali presentare a tutti i cittadini, anche ai non specialisti, quelle opportunità e quegli strumenti, concepiti però con rigore scientifico, per far conoscere ed apprezzare gli elementi fondanti della civiltà locale e le nostre stesse radici.”

“Sono grato – ha concluso Ricci – alla Cooperativa Epsilon per aver promosso e curato questa ulteriore tappa nel lungo percorso che stiamo offrendo ai concittadini per apprezzare le istituzioni e i tesori della Langobardia minor”.

Orari di apertura al pubblico:
-dal lunedì al venerdì, la mattina dalle 8.30 alle 13.00
-martedì, mercoledì, giovedì, il pomeriggio dalle 14.45 alle 17.45
Apertura straordinaria:
sabato 17 e domenica 18 dicembre,
la mattina dalle 10.30 alle 13.00;
il pomeriggio dalle 18.00 alle 20.00

Durata mostra dal 16 al 30 dicembre 2016
Info: Mediateca 0824-21204

Lascia una risposta