Revocato sia lo sciopero già proclamato per il 9 dicembre che tutte le forme di protesta sindacale in atto: è questo il risultato del confronto promosso dall’Amministrazione comunale e tenutosi questa mattina a Palazzo Mosti relativamente alla controversia in atto presso La Trotta Service.

Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato il vicesindaco Luigi Ambrosone, l’assessore alla Mobilità Felicita Delcogliano, il presidente della Commissione consiliare Mobilità, Domenico Franzese, i vertici della Trotta Service e i rappresenti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, le parti hanno concordato che in caso d’inidoneità dei dipendenti l’azienda Trotta Service non procederà al licenziamento dei lavoratori e contestualmente provvederà alla ricollocazione degli stessi nelle mansioni presenti in azienda con parametro equivalente o inferiore. Inoltre, il personale non sarà sospeso dal servizio in caso di prima inidoneità fino all’eventuale visita superiore presso l’Ispettorato Nazionale delle Ferrovie. Le parti hanno inoltre concordato che per le retribuzioni attinenti i lavoratori sospesi a causa della momentanea inidoneità della visita medica, la Trotta Service provvederà a corrispondere la retribuzione compensandola con le ferie maturate non godute e che i lavoratori che non accetteranno tale condizioni potranno ricorrere per la tutelare eventualmente i propri diritti. Le parti hanno infine concordato di riconfermare l’accordo sul piano di ottimizzazione sottoscritto il 9 gennaio 2019. Pertanto i rappresentanti dello organizzazioni sindacali si sono dichiarati soddisfatti della ripresa delle corrette relazioni sindacali e hanno ringraziato l’Amministrazione comunale per la mediazione operata.

“Sono soddisfatto – ha dichiarato il vicesindaco Ambrosone – per l’esito della riunione tenutosi questa mattina a Palazzo Mosti. Una riunione fortemente voluta dal sindaco Mastella che ha consentito di trovare un accordo tra la Trotta Service e le organizzazioni sindacali attraverso la mediazione dell’Amministrazione comunale e ha conseguentemente permesso di revocare lo sciopero previsto per il 9 dicembre. In questo modo non solo sono stati evitati disagi ai cittadini di Benevento, ma sono state poste le basi per ridare serenità ai lavoratori e consentire la riqualificazione dei lavoratori che da part time passeranno a full time. Grazie al confronto avvenuto stamani, infine, si è finalmente definito il nuovo piano di ottimizzazione che potrà quindi partire a gennaio in modo da garantire maggiori servizi ai cittadini di Benevento e collegare zone della città mai servite in passato”.

Comunicato stampa