Violenza e criminalità in centro storico, vertice in Prefettura

Dopo gli ultimi episodi di violenza e criminalità registrati nel centro storico di Benevento, in mattinata in Prefettura si è tenuta una sessione straordinaria del Comitato per l’ordine e la sicurezza. All’incontro, oltre al prefetto Carlo Torlontano, hanno preso parte il sindaco Clemente Mastella, il questore Edgardo Giobbi e i rispettivi comandanti provinciali dei Carabinieri e Guardia di Finanza, Enrico Calandro e Luca Pirrera. “Ringrazio il prefetto per aver accolto con celerità il mio invito a incontrarci – ha subito precisato il primo cittadino – e posso rassicurare tutti i concittadini che l’attività di controllo continuerà ad esserci e provvederemo ad ampliarla. Ringrazio, a tal proposito, le forze di polizia per il lavoro armonioso che da tempo portano avanti. Ci sono delle indagini in corso riguardo agli ultimi episodi verificatisi e grazie alle telecamere è stato possibile individuare i responsabili della lite che c’è stata qualche notte fa. Il piano telecamere sarà però ulteriormente rinforzato e subito dopo il 1° novembre ci sarà un incontro ad hoc per quanto concerne la videosorveglianza. I cittadini del centro storico però non possono pretendere delle telecamere ogni dieci metri e ripeto nei prossimi giorni approveremo in maniera definitiva un piano dettagliato della videosorveglianza”.

Soddisfatto del vertice odierno anche il prefetto Torlontano: “Questa mattina avevamo già stabilito di fare una riunione tecnica per approfondire gli ultimi episodi di violenza verificatisi in città, ma anche in provincia. Il sindaco ha poi chiesto di indire un Comitato e abbiamo a disposizione delle immagini per quanto concerne l’incendio del bar, così come per l’accoltellamento e per entrambi i casi sono in corso degli approfondimenti. Colgo, inoltre, l’occasione per ringraziare le forze di polizia per la risposta rapida ed efficace messa in atto e grazie al loro tempestivo intervento per alcuni di questi episodi è stato subito possibile individuare gli autori”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.