Virtus Francavilla-Benevento 1-2: la Strega vince all’ultimo respiro

Al Nuovarredo Arena di Francavilla Fontana il Benevento fa visita ai padroni di casa della Virtus Francavilla, con la troupe di Gaetano Auteri chiamata a dare continuità al successo ottenuto contro la Turris. I pugliesi, dal canto loro, sono a chiamati a riscattare gli ultimi risultati negativi avendo raccolto appena due punti nelle ultime cinque gare e reduci da ben tre sconfitte consecutive.

Le scelte – Occhiuzzi schiera il suo undici con il 3-4-1-2, con il trio difensivo davanti a Forte formato da Dutu, Monteagudo e De Marino. Biondi e Ingrosso sono, invece, gli esterni del centrocampo, con Risolo e Di Marco in mediana. Sulla trequarti c’è Macca a supportare le due punte Artistico e Polidori. Nel Benevento c’è Pastina in difesa, con il mancino di Battipaglia reintegrato in rosa e insieme a lui nel trio difensivo ci sono Berra e Capellini. Nessun cambio, invece, tra centrocampo e attacco, con Agazzi e Pinato in mediana e Improta e Masciangelo sulle fasce. In avanti il tridente formato da Ciano, Ferrante e Marotta.

La gara – Dopo pochi secondi subito uno squillo da parte del Benevento, con Ferrante che dalla destra pesca Ciano e la conclusione del numero dieci finisce di poco sopra la porta. Al 2′ risponde la Virtus, con Macca che crossa verso il centro dell’area e il tentativo di testa di Polidori è bloccato da Paleari. I padroni di casa all’11’ vanno vicinissimi al vantaggio: Ingrosso riceve palla dalla destra e incredibilmente indisturbato calcia di pochissimo fuori. Fortunato in questo frangente il Benevento che prova a scuotersi al 18′, con Masciangelo che dalla sinistra serve l’accorrente Improta in mezzo e l’esterno giallorosso al momento della conclusione è anticipato proprio da Ingrosso. Al 24′ ripartenza del Benevento e la conclusione finale di Ferrante è respinta in angolo da Forte. Al 27′ Marotta approfitta di una disattenzione di Forte e Monteagudo e conclude fuori. Nella circostanza vibranti proteste dei padroni di casa che lamentano un tocco di mano di Marotta al momento del controllo della sfera. Al 42′ la Virtus torna a rendersi pericolosa e la conclusione dalla distanza di Ingrosso è smanacciata da Paleari. La prima frazione termina sullo 0-0.

Nella ripresa al 5′ occasionissima per i padroni di casa: traversone basso di Macca e sul quale si precipita Artistico, con il suo tap-in murato da Paleari. L’azione prosegue e la successiva conclusione di Risolo finisce oltre la traversa. Per scuotere i suoi, al 12′ Auteri opta per un doppio cambio ed entrano in campo Talia e Bolsius che prendono il posto di Pinato e Marotta. Al 17′ Polidori calcia una punizione dal limite sulla barriera, con la palla che finisce poi tra i piedi di Artistico che beffa Paleari e realizza il gol del meritato vantaggio dei padroni di casa. Incassato il gol dello svantaggio, il Benevento reagisce al 22′: cross dalla sinistra di Masciangelo che pesca in mezzo Ciano che da due passi realizza il gol dell’1-1. Il pareggio del Benevento non abbatte i padroni di casa e al 27′ la conclusione di Macca è respinta da Paleari che evita il nuovo vantaggio dei pugliesi. Al 35′ ammonito Ciano nel Benevento, con il numero dieci giallorosso che era nell’elenco dei diffidati e di conseguenza salterà il derby contro la Casertana. Un minuto dopo ultimi due cambi per la Strega, con Auteri che inserisce anche Karic e Simonetti rispettivamente al posto di Agazzi e Masciangelo. In precedenza in campo anche Ciciretti al posto di Ferrante. Nel finale le due squadre provano gli ultimi affondi per vincerla e ad andarci vicino sono soprattutto i padroni di casa con tre calci d’angolo. Quando però tutto faceva presagire all’1-1 finale, Simonetti realizza il gol vittoria della Strega che sbanca il Nuovarredo Arena di Francavilla Fontana. Con questi tre punti i giallorossi salgono a quota trentasei e conquistano la seconda vittoria consecutiva in altrettante gare della gestione Auteri. Un successo esterno che mancava dal blitz di Messina dello scorso 5 novembre.

Tabellino:
Virtus Francavilla (3-4-1-2)
: Forte; Dutu, Monteagudo, De Marino; Biondi, Risolo, Di Marco, Ingrosso (44′ st Nicoli); Macca (28′ st Fornito); Artistico, Polidori. A disp.: Carretta, Lucatelli, Gavazzi, Gasbarro, Carella, Cardoselli, Fekete, Giovinco. All.: Roberto Occhiuzzi
Benevento (3-4-3): Paleari; Berra, Capellini, Pastina; Improta, Agazzi (36′ st Karic), Pinato (12′ st Talia), Masciangelo (36′ st Simonetti); Ciano, Ferrante (25′ st Ciciretti), Marotta (12′ st Bolsius). A disp.: Manfredini, Giangregorio, Benedetti, Alfieri, Kubica, Rillo, Viscardi, Terranova, Carfora, Masella. All.: Gaetano Auteri 
Arbitro: Valerio Pezzopane della sezione dell’Aquila
Assistenti:
Andrea Bianchini della sezione di Perugia e Francesco Piccichè della sezione di Trapani
IV Ufficiale:
Giuseppe Costa della sezione di Catanzaro

Marcatori: 17′ st Artistico (VF), 22′ st Ciano (B), 50′ st Simonetti (B)

Note: terreno di gioco in fondo sintetico. Ammoniti: De Marino (VF), Ingrosso (VF), Ciano (B), Di Marco (VF), Berra (B). Angoli: 5-4. Recupero: 0′ st, 5′ st.

Sostieni la Libera Informazione

Una tua donazione è importante per sostenere il nostro progetto editoriale. Grazie!

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.