Volley, l’Olimpia double face batte Terrasini al tie-break

Nessun rimpianto, nessun rimorso cantavano gli 883 nel 1997. Per l’Olimpia Volley San Salvatore Telesino nella sesta giornata del campionato nazionale di Serie B1, Girone E, è invece proprio il tempo dei rimpianti e dei rimorsi. La truppa di coach Francesco Eliseo impatta alla grande e si lancia in un avvio positivissimo e senza storia per la Duo Rent Terrasini che si ritrova in una tempesta perfetta. Nel terzo set, quello decisivo, le telesine invece soffrono un blackout senza precedenti. La gara si riapre e le siciliane pareggiano i conti dei set. Al tie-break le pantere tirano però fuori gli artigli e così come nei primi due set lasciano annichilite le avversarie brave a crederci fino alla fine e a mettere in difficoltà le padrone di casa. Alla fine il tabellino dice 3 a 2 Olimpia (25-15, 25-18, 19-25, 23-25, 15-6 i parziali) e punti in palio divisi tra le due squadre. Il rimpianto maggiore in termini di classifica arriva proprio qui. Perché le sannite con un punto in più avrebbero ulteriormente accorciato la distanza dalla vetta ora detenuta in coabitazione dalla Lu.Vo Barattoli Arzano e Farmacia Schultze Messina. Sabato prossimo il big match e derby campano proprio contro Arzano in una sfida che promette brividi intensi. C’è da dire però che l’Olimpia continua a stupire e a mantenersi al passo delle due grandi senza avere paura dell’alta classifica.

Le scelte
Coach Eliseo schiera la solita formazione con Bacciottini a far girare il gioco, Raquel Ascensao Silva nel ruolo di opposto, capitan Marino e Kerol Milano a schiacciare, Marlene Ascensao Silva e Ylenia Vanni centrali e Alessia Luraghi nel ruolo di libero. Spazio a gara in corso anche per Lorenza Russo mentre a disposizione restano Maresca, Romano, Picariello, Fuoco e Borrelli. Mister D’Accardi manda in campo per la Duo Rent Terrasini: Baruffi, Evola, Pecora, Merler la temibile Biccheri, Miceli e Nasi nel ruolo di libero. A disposizione restano Vescovo, Gabriele, Li Muli, Bruno e Buffa.

La gara
Parte fortissima l’Olimpia Volley che in campo appare perfetta nei fondamentali, difende tutto quello che è possibile e riesce a sviluppare un gioco veloce ed incisivo. Spaesate invece le siciliane che non riescono a reagire e si trovano già da subito a rincorrere le sannite che invece scappano via con facilità. Il primo set infatti, si conclude 25 a 15 per l’Olimpia con un +10 di vantaggio abissale e senza appello per le dragonesse. La storia non cambia nel secondo set, con le siciliane che si ritrovano frastornate e impossibilitate a reagire di fronte alla forza dell’Olimpia che se lo aggiudica 25 a 18. Olimpia ritenuta da tutti la vera autentica sorpresa di questo girone. Le ragazze di Eliseo, infatti, se ordinate e precise giocano una pallavolo bella da vedere ma anche assolutamente concreta. Non un risultato facile da pensare vista la rivoluzione estiva. La gara sembra ormai scritta e vicina al tramonto dopo nemmeno un’ora di gioco. E invece, è proprio adesso che cominciano i dolori per le ragazze di Eliseo. La reazione delle siciliane nel terzo set arriva con la solita Biccheri capace di incidere e trascinare le compagne anche in alcuni salvataggi in difesa. Terrasini si ricompatta e ritrova ordine mentre le padrone di casa si spengono con il passare dei minuti. Il set si chiude 19 a 25 per le ospiti e la gara è riaperta. Nel quarto set la spallata decisiva delle ragazze di Eliseo non arriva. L’Olimpia tenta di restare attaccata alle siciliane che però nel momento decisivo sanno piazzare la zampata vincente e mettere la freccia. 23 a 25 per la Duo Rent e pareggio dei conti. La strigliata di Eliseo arriva veemente e porta i suoi frutti nel tie-break con l’Olimpia che non lascia respirare le siciliane il cambio campo arriva sull’8 a 2 e il vantaggio si allunga poi fino al definitivo +9 che porta il parziale a 15 – 6 per le telesine che vincono la gara. Come dicevamo una gara dai due volti e un calo inspiegabile per le pantere che poteva costare carissimo. Sul campo le telesine per un punto che poteva essere determinante in termini di classifica ma anche per l’intera economia del campionato. Ci sarà, dunque, da lavorare tantissimo per coach Eliseo che in settimana dovrà ritrovare soprattutto serenità nella gestione delle gare e catechizzare al meglio le atlete in vista nella sfida d’altissima classifica contro l’Arzano.

Le reazioni
Amareggiato ma realista a fine gara coach Francesco Eliseo: “Dobbiamo essere abbastanza onesti. C’è dell’amaro in bocca perché per come si era messa la partita potevamo portare a casa l’intera posta in palio e invece lasciamo per strada un punto. Al di là delle nostre colpe devo ammettere poi il Terrasini ha cominciato a giochicchiare ma il rammarico maggiore ce l’ho per il terzo set. Lì ho avuto la sensazione, condivisa anche con le ragazze, che la vittoria agevole dei primi due set ci abbia portato a staccare la spina e questo è un atteggiamento che non possiamo permetterci. Nel quarto set abbiamo giocato anche se abbiamo commesso qualche errore nel finale ma il rammarico ripeto è tutto per il terzo set. Nel tie-break siamo tornati ad essere ordinati e a giocare come sappiamo e qui devo fare un plauso alle ragazze perché dopo aver subito una rimonta non era facile. Sabato andremo ad Arzano per affrontare una squadra super allenata e prima in classifica. Sarà una partita dove potremo testare il nostro livello e che affronteremo con il giusto rispetto ma senza timore”.

“Sicuramente c’è del rimpianto – ha detto a fine gara la giovane schiacciatrice Kerol Milano potevamo evitare alcuni errori di troppo che ci avrebbero permesso di essere in un’altra posizione in classifica ma il campionato è lungo possiamo ancora riscattarci. Avevamo cominciato con il piede giusto, stavamo dettando il nostro gioco, poi probabilmente abbiamo abbassato la guardia e abbiamo un po’ sottovalutato le avversarie e ovviamente abbiamo pagato dazio. Più che lavorare sull’aspetto mentale, penso che dobbiamo imparare a gestire i momenti della partita. Prima singolarmente e dopo di squadra. Solo così possiamo riuscire ad estraniare le emozioni da ciò che succede in campo e poter esprimere il miglior gioco. Avevamo preparato la partita in modo molto accurato. Sapevamo che potevano bloccarmi e quindi ho dovuto cercare il punto in parallela. Sono dell’idea che un’atleta cresce giocando, ho scelto questo progetto perché mi permette di confrontarmi con giocatrici più grandi ed esperte di me. Ho sicuramente tanta voglia di imparare e ci sto mettendo tutta me stessa. Sabato ci aspetta una sfida difficile. Dovremo affrontare la partita con grinta e determinazione, cercando sin da subito l’approccio giusto. Siamo una bella squadra con il giusto mix di potenziale esperienza e questo deve essere un punto a nostro favore. Non sarà facile ma ce la metteremo tutta per portare a casa il risultato”.

La classifica
LU.VO BARATTOLI ARZANO – 14
FARMACIA SCHULTZE MESSINA – 14
OLIMPIA VOLLEY SAN SALVATORE – 12
VOLLEYRO CDPAZZI ROMA – 11
P2P SIP&T BARONISSI – 9
NARCONON MELENDUGNO – 6
GESAN COM FLY VOLLEY – 6
UNITED VOLLEY POMEZIA – 5
DUO RENT TERRASINI – 5
HUB AMBIENTE TEAMS CATANIA – 3
GIVOVA FIAMMATORRESE – 3
ZERO5 CASTELLANAGROTTE – 2
CAFFE’TRINCA PALERMO – 0 (ritirata)

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.