“Gli screening sono andati molto bene, su 6mila tamponi abbiamo riscontrato solo 2 positivi a San Bartolomeo e 1 a Morcone e San Nicola Manfredi. Screennati tutti gli operatori dell’Asl, la notizia è che non ci sono stati positivi. Infine effettuati 900 screening su 1150 rientrati da altre regioni, 2 i positivi riscontrati”. Questo il dato dei test effettuati nel Sannio dall’ASL di Benevento.

“Il primo messaggio che voglio dare è di non perdere di vista le regole, continuare col distanziamento, lavaggio delle mani, mascherina e soprattutto intelligenza nel muoversi all’interno delle nostre realtà urbane”. Lo dice in una video-conferenza il direttore generale dell’ASL, Gennaro Volpe, all’indomani del traguardo del contagio zero raggiunto in Campania, aggiungendo “siamo molto soddisfatti del lavoro fatto ma per uscire dall’epidemia questo dato deve essere considerato per 28 giorni consecutivi quindi abbiamo ancora molto lavoro da fare”. Tradotto: due settimane senza nuovi casi e la regione potrà dire di aver sconfitto il virus. In merito alla situazione strettamente legata al Sannio, Volpe annuncia 12 nuovi guariti e ora i casi attivi sono una decina, tutti in fase di risoluzione: 73 su 78 comuni sono “covid free”. Di media quasi 150 persone in isolamento al mese. Nella Fase 2 il Dipartimento Epidemiologia e Prevenzione ha proceduto coi tamponi nelle Rsa, col monitoraggio della popolazione e soprattutto delle categorie a rischio, e in quest’ultima battuta, quella della fase 3, attenzione rivolta alla sorveglianza sul personale sanitario con test sierologici e rapidi. “Siamo contenti, dobbiamo continuare a lavorare compatti, così come lo è stato tutto il territorio. La popolazione deve continuare con noi questa esperienza” ha chiosato Volpe prima di dare la parola al sindaco Mastella.

“Il mio grazie al dg e a coloro che lavorano con lui, hanno dato prova di grande efficienza e grande capacità. E devo dire che c’è stata una collaborazione istituzionale tale che non c’è mai stato un momento di affanno. Sono fiero e contento degli screening: in città avere 3mila tamponi è notevole, ci superano solo le aree rosse per numero di tamponi. Abbiamo inoltre 2mila test sierologici che il Comune ha dato all’Asl e questi saranno indirizzati a quelli che hanno aperto dal 4 maggio. Infine devo dire che su 900 venuti da fuori molti non si erano messi in selezione e una cinquantina li abbiamo presi con le mani nel sacco perché non si erano dichiarati e questo ha fatto si che la quarantena persistesse”. I dati incoraggianti non devono compromettere però l’attenzione sul tema: “I risultati sono brillanti ma non abbiamo pause perché il virus non è scomparso e bisogna tenerlo a distanza. Siamo stati protagonisti in assoluto anche nella disgrazia, ho portato mascherine a Villa Margherita che non c’erano, perché non si trovavano”.

Il virus tornerà? Importante secondo il direttore generale Volpe vaccinarsi: “Avere l’arma del vaccino antinfluenzale ci può essere molto utile qualora il coronavirus dovesse ripresentarsi a settembre e ottobre insieme all’influenza”. Il Sannio dunque è sul rettilineo finale per proclamarsi finalmente covid free, in città si è a un passo da tale traguardo. Poi alta la guardia.