Vulnerabilità sismica, Mastella dispone la chiusura di due scuole e una palestra

Vulnerabilità sismica, Mastella dispone la chiusura di due scuole e una palestra

Dopo la protesta di questa mattina, emessa un'ordinanza che dispone la chiusura della "Bosco Lucarelli", della "Silvio Pellico" e la palestra della "Mazzini"

SHARE

Dopo la protesta messa in atto questa mattina da parte dei genitori degli alunni dell’ITI “Bosco Lucarelli” che non hanno permesso ai propri figli di svolgere l’ordinaria attività scolastica, esponendo un inequivocabile striscione (“Non giocate con la pelle dei nostri figli”) è arrivata nel pomeriggio la notizia della chiusura della stessa insieme alla primaria “Silvio Pellico” di via Minghetti. Coinvolta anche la palestra della Mazzini in via Oderisio nell’ordinanza firmata dal sindaco Mastella. La decisione è stata assunta in seguito alle verifiche che sono state effettuate sui suddetti edifici scolastici, “per il mancato rispetto delle verifiche relative alle azioni controllate dall’uomo, ossia
prevalentemente ai carichi permanenti e alle altre azioni di servizio e considerato che possono esservi rischi e pericoli per la popolazione scolastica”. La decisione è stata adottata in via precauzionale ed in attesa dei necessari interventi di miglioramento o
adeguamento degli edifici: lunedì per gli alunni che frequentano i due istituti le scuole resteranno chiuse in attesa di trovare una collocazione agli stessi.