L’azienda Vigne Sannite di Castelvenere, a distanza di poco tempo, dopo aver conseguito per il vino “Beneventano IGT Rosso Essentia 2013” la Corona della prestigiosa guida edita dal Touring Club italiano, riceve questa volta ben 3 premi internazionali di eccellenza da parte del “The Wine Hunter”. Il premio di eccellenza ed alta qualità assegnato annualmente a prodotti vitivinicoli e culinari, ai distillati ed alle birre. Otto commissioni di assaggio, guidate da The WineHunter Helmutk Kocher.

The WineHunter Award si articola in tre fasce di punteggio:

  • The WineHunter Award ROSSO tra 88 e 89.99 punti su 100
  • The WineHunter Award GOLD tra 90 e 94.99 punti su 100
  • The WineHunter Award PLATINUM 95 punti su 100

Vigne Sannite si aggiundica ben 3 premi:

  • AWARD ROSSO: Moscato Passito Sannio DOC 2014
  • AWARD ROSSO: Sannio Aglianico DOP 2015
  • AWARD GOLD: Essentia Beneventano IGT Rosso 2013

Vigne Sannite appartiene al gruppo CECAS e rappresenta una realtà di cooperazione tra produttori selezionati del Sannio, territorio a forte densità viticola e con il più alto grado di
specializzazione produttiva.

È proprio la ricchezza e l’altissima vocazione viticola del territorio che spinge il gruppo a lavorare per la realizzazione di vini di “Origine” dall’altissimo valore qualitativo, fortemente espressivi di tutto ciò che tradizionalmente è il Sannio vitivinicolo, mirando al contenimento dei costi di produzione con impeccabile controllo di tutte le fasi produttive tali da rendere vini dall‘ottimo rapporto qualità-prezzo in grado di competere nel mercato internazionale.

Tradizione, innovazione, rigoroso controllo di tutte le fasi produttive e di trasformazione, con tecnici interni, rappresentano la guida del lavoro di tutti i giorni. La selezione dei diversi areali produttivi, la selezione dei vitigni autoctoni, da sempre presenti sul territorio, e il rigore delle lavorazioni in un impianto tecnologicamente all’avanguardia rappresentano fattori di garanzia per l’alto livello qualitativo ed espressione del territorio.

Comunicato stampa